“vado sì dialogando con Gentile, con l'”essenza del pensiero del nostro tempo”, con la storia del nichilismo, con i realisti, ma non vado “a braccetto” con loro. Dialogo anche con Vattimo … , Emanuele Severino in La potenza dell’errare, Rizzoli, Milano 2013, pp. 224-225

[ … ] Gianni Vattimo (“Corriere” 21 settembre 2011) mi trova troppo affezionato “al vecchio argomento antiscettico” (se uno dice che non c’è verità sostiene peraltro che quel che lui dice è vero); argomento che poi non sarebbe altro, a suo avviso, che un “giochetto logico-metafisico”. Un giochetto che però (per richiamare solo due tra molti) Platone (‘Teeteto’, 171 a) e Aristotele (‘Metafisica’, IV, VIII) prendono molto sul serio. Platone scrive addirittura che quell’argomento è “raffinatissimo” (kompsòtaton). Ma poi Vattimo dimentica che quel che qui egli chiama “giochetto”, nel suo libro (‘Della realtà’, Garzanti 2012, p. 25) lo chiama invece “giusta accusa di autocontraddizione”. (Comunque nel mio articolo prendevo atto delle sue frequenti dichiarazioni di non voler dire cose vere, ma di voler solo esprimere desideri. E son d’accordo. Ma poi, non è proprio per non essere vinto dall’argomento contro lo scettico che Vattimo, per sostenere la propria negazione della verità, dichiara di non voler dire una cosa vera, ma di esprimere soltanto i suoi desideri – sì che quell’argomento ha un’importanza decisiva nel suo discorso?) Da parte mia ho scritto ‘invece’ più volte che quell’argomento ‘non’ è sufficiente contro lo scettico non ingenuo, giacché a chi gli obbietta che si contraddice egli può ancora replicare chiedendo perché mai non ci si debba contraddire – e qui il discorso prosegue in un territorio che Vattimo non sospetta neppure. (Sostiene anche che dialogare con qualcuno significa andare “a braccetto” con lui. Ora, vado sì dialogando con Gentile, con l'”essenza del pensiero del nostro tempo”, con la storia del nichilismo, con i realisti, ma non vado “a braccetto” con loro. Dialogo anche con Vattimo…).

(E. Severino, La potenza dell’errare, Rizzoli, Milano 2013, pp. 224-225)

Sorgente: (29) Amici a cui piace Emanuele Severino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...