Gli individui di fronte alla testimonianza severiniana del “destino della verità”, di Vasco Ursini

 

Per tentare di far propria quella testimonianza è necessario, prima di ogni altro passo, “arrendersi alla verità dell’essere” per poi compiere tutti gli altri passi successivi. Allora si capirà la seguente affermazione di Emanuele Severino:

” Se ci si arrende alla verità dell’essere, se si compie il primo passo – fatale – bisogna andare fino in fondo, giacché una volta che si tiene ferma l’impossibilità che l’essere non sia, non si può ritornare indietro”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.