Emanuele Severino sulla filosofia gentiliana, in Il mio ricordo degli eterni, Rizzoli, p. 10

 

Da tanto tempo sono convinto dell’importanza eccezionale, e forse unica, della filosofia gentiliana, ma in un senso diverso da quello sostenuto da Bontadini: nel senso ‘negativo’, poiché Gentile è stato uno dei più grandi maestri del nichilismo, cioè dell’Errare estremo. Anche per spingere l”Errare all’estremo occorre stare in alto, sostenuti da una potenza concettuale che è indispensabile all’altezza che compete alla Verità.
(Emanuele Severino, Il mio ricordo degli eterni, Rizzoli, p. 10).

da (4) Amici di Emanuele Severino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.