L’originario esser sé, testo di Vasco Ursini

Nella struttura originaria del destino, Severino mostra che la relazione necessaria tra l’essente e il proprio altro sta nell’originario esser sé come non esser l’altro da sé. L’essente è dunque negazione dell’altro da sé. Tale negazione è l’innegabile perché la negazione di questa negazione è “autonegazione”, è affermazione di ciò che essa negazione nega.

Un pensiero riguardo “L’originario esser sé, testo di Vasco Ursini

  1. Domanda: “la relazione necessaria tra l’essente e il proprio altro sta nell’originario esser sé come non esser l’altro da sé”, giusto, altrimenti non potrebbe esserci alcuna relazione, ma a livello dell’apparire (dell’essere che è ciò che è e ciò che appare) credo che si ponga anche una relativa coincidenza tra due essenti/apparenti da ricercare nel Tutto che ciascuna parte contiene in sé pur essendo una parte innegabilmente altra da ciascun altro essente. Giusto? E grazie di questo importante spunto riflessivo del pensiero del Sommo.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.