Vasco Ursini, Necessità di dare fondamento a ciò che si dice in filosofia, 16 febbraio 2019

Vasco Ursini Necessità di dare fondamento a ciò che si dice in filosofia Parlare di filosofia senza indicare il fondamento di ciò che si dice, altera il senso del filosofare: esso appare a sua volta come un mito religioso. Il rischio aumenta quando la filosofia affronta i grandi temi che costituiscono le "cose ultime": morte, … Leggi tutto Vasco Ursini, Necessità di dare fondamento a ciò che si dice in filosofia, 16 febbraio 2019

VASCO URSINI, IL PENSIERO, già pubblicato nel gruppo: Amici di Emanuele Severino, 14 febbraio 2019

Severino, come egli stesso ricorda in un'intervista, rammenta quando formulò le sue idee per la prima volta, quelle idee destinate a suscitare così tanto stupore. Aveva ventitrè anni, era già libero docente all'Università, e un giorno stava lavorando attorno al primo libro della "Fisica" di Aristotele, su nello studiolo, quando fu travolto da un'ondata d … Leggi tutto VASCO URSINI, IL PENSIERO, già pubblicato nel gruppo: Amici di Emanuele Severino, 14 febbraio 2019

Vasco Ursini, La verità non illumina l’individuo che è soltanto il contenuto del sogno dell’errare, 5 febbraio 2019

Vasco Ursini La verità non illumina l'individuo che è soltanto il contenuto del sogno dell'errare. Sono molti, moltissimi coloro che si illudono che per scorgere il destino della verità basta leggere, capire e condividere, fino a possederlo, il contenuto degli scritti di Emanulee Severino, che danno testimonianza del "destino della verità". Costoro devono convincersi che … Leggi tutto Vasco Ursini, La verità non illumina l’individuo che è soltanto il contenuto del sogno dell’errare, 5 febbraio 2019

la professoressa di psicologia sociale, alla Università di Padova, INES TESTONI (che epistemologicamente parte dal pensiero di Emanuele Severino) è stata  selezionata tra le 100 scienziate più importanti nel loro  settore in Italia, per gli studi sulla morte in psicologia, 2018. Fonte informativa: 100esperte.it

La professoressa Ines Testoni (che epistemologicamente parte dal pensiero di Emanuele Severino) è stata  selezionata tra le 100 scienziate più importanti nel loro  settore in Italia, per gli studi sulla morte in psicologia. Psicologia e neuroscienze Competenze: Death Education, Dignity Therapy, Photo-Therapy, Self-Determination, Terror Management Theory Parole chiave: cure palliative, fine-vita, lutto, morte, suicidio, testamento biologico Regione: Veneto Professoressa … Leggi tutto la professoressa di psicologia sociale, alla Università di Padova, INES TESTONI (che epistemologicamente parte dal pensiero di Emanuele Severino) è stata  selezionata tra le 100 scienziate più importanti nel loro  settore in Italia, per gli studi sulla morte in psicologia, 2018. Fonte informativa: 100esperte.it

Salvatore Natoli su Emanuele Severino, dalla pagina facebook di Vasco Ursini

  Ad avviso di Salvatore Natoli “Severino è calmante, perché non c’è la perdita” ("Omaggio a Emanuele Severino", Teatro Franco Parenti di Milano il 17 dicembre 2017). In effetti nulla si perde: noi siamo qui; adesso, ma questo “adesso” non si consuma mai, non scivola nel niente, l’essere non si spegne mai; tutto è conservato … Leggi tutto Salvatore Natoli su Emanuele Severino, dalla pagina facebook di Vasco Ursini

Vasco Ursini, UNGARETTI: COME DARE UN SENSO ALL’ESISTENZA….

Ritrovare la propria unità di esseri nella realtà attraverso l'intuizione diviene in Ungaretti obiettivo fondamentale della poesia e unico mezzo lasciato all'uomo per recuperare un senso all'esistenza, minacciata dall'angoscia della morte. La lirica in cui più esplicitamente viene attuata questa poetica è I FIUMI Cotici il 16 agosto 1916 Mi tengo a quest'albero mutilato abbandonato … Leggi tutto Vasco Ursini, UNGARETTI: COME DARE UN SENSO ALL’ESISTENZA….

Vasco Ursini, Il platonismo autentico: Mauro Bonazzi, grande esperto internazionale, presenta “Il platonismo” (Einaudi 2015).

Il platonismo autentico Mauro Bonazzi, grande esperto internazionale, presenta "Il platonismo" (Einaudi 2015). Un excursus che mostra l'influenza ed il fraintendimento dei testi platonici sulla tradizione occidentale. Un libro che diventerà un classico. Da avere in ogni libreria di casa!

Umberto Galimberti sul pensiero di Emanuele Severino, da “Il tramonto dell’Occidente”, parte XIII “L’essenza del nichilismo e il senso del tramonto”, pp. 560-561

  "Il profilo è alto e le obiezioni che nascono dagli "abitatori del tempo" non raggiungono e non contrastano la verità dell'essere indicata da Severino, perché sono figlie della persuasione, sono espressioni che non sporgono dal suo ambito e non la mettono in gioco. Per questo il pensiero di Severino è soggetto ai più svariati … Leggi tutto Umberto Galimberti sul pensiero di Emanuele Severino, da “Il tramonto dell’Occidente”, parte XIII “L’essenza del nichilismo e il senso del tramonto”, pp. 560-561

Vasco Ursini, “La religione, nel migliore dei casi, sta alla filosofia come una gamba di legno sta a una gamba vera … “

"La religione, nel migliore dei casi, sta alla filosofia come una gamba di legno sta a una gamba vera; ma siccome la gente è intellettualmente zoppa, per non dire sciancata, la gamba di legno prende molto spesso il posto di quella vera. E fin qui non ci sarebbe nulla di male, dato che ognuno cammina … Leggi tutto Vasco Ursini, “La religione, nel migliore dei casi, sta alla filosofia come una gamba di legno sta a una gamba vera … “

Vasco Ursini, L’amico Renzo Semino ha commentato con queste parole il mio post “Non esiste la morte, solo una serie di eterni ‘adesso’ “

Ho letto i due libri di Lanza, ho scritto una mail a Barbur e ricevuto cortese risposta che confermava anche dopo molti anni dal suo bestseller "The end of time" che per lui tempo spazio e forse anche movimento sono illusori. Questi grandi scienziati, sono convinti dell'eternita' in atto vai a: Robert Lanza e Bob Berman, “Non esiste la … Leggi tutto Vasco Ursini, L’amico Renzo Semino ha commentato con queste parole il mio post “Non esiste la morte, solo una serie di eterni ‘adesso’ “

Sul pensiero di HEIDEGGER, Link a cura di Vasco Ursini

1 Una buona esposizione del pensiero di Heidegger: vai a: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Martin_Heidegger?fbclid=IwAR25-xRJRS3IiZvsC_VGPq29Zn-nIu5efsMIi6cb_VUiiIbKw7gD6LqemIs 2 Martin Heidegger e il senso dell'essere e dell'esser-ci vai a: http://www.artspecialday.com/9art/2018/09/26/martin-heidegger-senso/?fbclid=IwAR2dTliSDI8znPdFv0HQfVVkBUXqzR55-KYXZeUHTWy6M7aACJZUamEUuA8 3 Heidegger, "Essere e tempo" e l'esistenzialismo vai a: https://library.weschool.com/lezione/esistenzialismo-heidegger-dasein-essere-e-tempo-riassunto-8053.html?fbclid=IwAR2nzT5YftJqxxiE_TWXk5fbsX95Px6yAdEqTjNJMSGE1lLKppddoNR_ueA vai a tutti i post su Heidegger presenti in questo blog: https://emanueleseverino.com/category/autori/heidegger-martin/    

Entro la dimensione nichilistica dell’Occidente non si può non essere “leopardiani”. Ma qual’è in Leopardi la forma del rapporto tra filosofia e poesia? citazioni di Emanuele Severino proposte da Vasco Ursini

  Negli iniziali "pensieri" dello 'Zibaldone' poesia e filosofia sono due cose essenzialmente diverse. "La filosofia è la visone della verità, cioè della nullità delle cose; la poesia è l'illusione che volta le spalle alla verità e unisce l'uomo all'"infinito". Ma successivamente Leopardi capisce che, nell'età della scienza e della tecnica, all'uomo non è più consentita alcuna illusione in relazione al nulla che … Leggi tutto Entro la dimensione nichilistica dell’Occidente non si può non essere “leopardiani”. Ma qual’è in Leopardi la forma del rapporto tra filosofia e poesia? citazioni di Emanuele Severino proposte da Vasco Ursini

Vasco Ursini, La nullità delle cose e l’illusione

Se la verità, ciò che è vero, è la nullità angosciante di tutte le cose, ogni smorto piacere e scialba felicità dell'uomo (di più non gli è dato ricevere) sono l'effetto di un' "illusione", cioè del mascheramento della verità angosciante. La caduca e terrena salvezza dell'uomo sta nelle sue illusioni

Colloquio tra una bambina di 10 anni e sua madre, di Vasco Ursini

Vasco Ursini Colloquio tra una bambina di 10 anni e sua madre La bambina: Quando si muore dove si va, mamma? La madre: Quando si muore si va nel posto da cui siamo venuti. La bambina: Non mi ricordo da dove siamo venuti. La madre: Neanch'io. (Colloquio ascoltato mentre vedevo il film The Hours, in … Leggi tutto Colloquio tra una bambina di 10 anni e sua madre, di Vasco Ursini

Vasco Ursini, Il prof Dario Berti ha pubblicato sul suo blog un saggio dal titolo “Quando la penna non è. Osservazioni critiche sulla filosofia di Emanuele Severino” (1998), il saggio è del il 3 agosto 2015. L’ontologia di Severino, ad avviso di Berti, si fonderebbe sul fraintendimento della nozione di significato. Vediamo … tratto dal Gruppo Amici di Emanuele Severino, 5 gennaio 2019

Il prof Dario Berti ha pubblicato sul suo blog un saggio dal titolo Quando la penna non è. Osservazioni critiche sulla filosofia di Emanuele Severino (1998), il saggio è del il 3 agosto 2015. L’ontologia di Severino, ad avviso di Berti, si fonderebbe sul fraintendimento della nozione di significato. Vediamo. Berti fa l’esempio di una … Leggi tutto Vasco Ursini, Il prof Dario Berti ha pubblicato sul suo blog un saggio dal titolo “Quando la penna non è. Osservazioni critiche sulla filosofia di Emanuele Severino” (1998), il saggio è del il 3 agosto 2015. L’ontologia di Severino, ad avviso di Berti, si fonderebbe sul fraintendimento della nozione di significato. Vediamo … tratto dal Gruppo Amici di Emanuele Severino, 5 gennaio 2019

Vasco Ursini, Penso alla “verità” e precisamente alla definizione che ne dà Emanuele Severino nello splendido articolo sul Natale pubblicato su Il Corriere della Sera del 23 dicembre 1983

Vasco Ursini Penso alla "verità" e precisamente alla definizione che ne dà Emanuele Severino nello splendido articolo sul Natale pubblicato  su Il Corriere della Sera del 23 dicembre 1983: "Nel suo senso autentico, la verità illumina i focolari degli uomini. Essi si rifugiano presso i loro focolari e li trovano caldi e luminosi e dinanzi ad … Leggi tutto Vasco Ursini, Penso alla “verità” e precisamente alla definizione che ne dà Emanuele Severino nello splendido articolo sul Natale pubblicato su Il Corriere della Sera del 23 dicembre 1983

Non si può ritornare indietro se…, Vasco Ursini, 12 dicembre 2016

  Vasco Ursini 12 dicembre 2016 Se ci si arrende alla verità dell'essere - se si compie il primo passo, fatale - si deve andare fino in fondo [ ... ] giacché, una volta che si tiene ferma l'impossibilità che l'essere non sia, non si può ritornare indietro (Emanuele Severino)

L’eternità in Spinoza e Severino, testo di Vasco Ursini e citazioni da: E. Severino, Essenza del nichilismo, Adelphi, Milano 1982; E. Severino, Oltre l’uomo, oltre Dio, Il Melangolo, Genova 2002

  Vasco Ursini 11 dicembre 2016 Visto che sia Spinoza che Severino pensano che siamo eterni, è opportuno chiedersi se dicono la stessa cosa, se intendono allo stesso modo "questo nostro essere eterni". Lasciamo rispondere a questa domanda Emanuele Severino: " Nella prima parte dell'Ethica, Spinoza definisce la "causa sui" come " id, cuius essentia involvit … Leggi tutto L’eternità in Spinoza e Severino, testo di Vasco Ursini e citazioni da: E. Severino, Essenza del nichilismo, Adelphi, Milano 1982; E. Severino, Oltre l’uomo, oltre Dio, Il Melangolo, Genova 2002

L’ETICA DI B. SPINOZA GEOMETRICAMENTE DIMOSTRATA E DIVISA IN CINQUE PARTI TRATTA: I – di Dio. II – della Natura ed origine della Mente. III – dell’Origine e Natura delle Passioni. IV – della Schiavitù Umana o della Forza delle Passioni. V – della Potenza dell’Intelletto o della Libertà Umana

Vasco Ursini 9 dicembre 2016     Parte Prima: Dio Definizioni I - Intendo per Causa di sé, ciò la cui essenza implica l'esistenza, o ciò di cui la natura non può essere concepita se non come esistenza. II - Dicesi finita nel suo genere quella cosa che può essere limitata da un'altra della stessa … Leggi tutto L’ETICA DI B. SPINOZA GEOMETRICAMENTE DIMOSTRATA E DIVISA IN CINQUE PARTI TRATTA: I – di Dio. II – della Natura ed origine della Mente. III – dell’Origine e Natura delle Passioni. IV – della Schiavitù Umana o della Forza delle Passioni. V – della Potenza dell’Intelletto o della Libertà Umana

Vasco Ursini, IL PENSIERO DI EMANUELE SEVERINO SI PONE COME IL LINGUAGGIO CHE TESTIMONIA IL “DESTINO DELLA VERITA’”. Citazione da La Gloria, Adelphi, Milano 2oo1, p. 22

gennaio 7, 2017 Severino nei suoi scritti usa spessissimo l’espressione  “destino della verità” e anche quella “verità del destino”. Sono espressioni che devono essere spiegate ad evitare equivoci interpretativi. Severino non intende la parola “de-stino” nel suo significato usuale di corso delle cose considerato come predeterminato e indipendente dalla volontà dell’uomo, ma in quello etimologico … Leggi tutto Vasco Ursini, IL PENSIERO DI EMANUELE SEVERINO SI PONE COME IL LINGUAGGIO CHE TESTIMONIA IL “DESTINO DELLA VERITA’”. Citazione da La Gloria, Adelphi, Milano 2oo1, p. 22

La generazione del nichilismo, con Umberto Galimberti, video pubblicato da Festivaletteratura il 9 set 2018

"Al nichilismo passivo della rassegnazione, non sono pochi i giovani che sostituiscono il nichilismo attivo di chi, prendendo le mosse proprio da quel desolante scenario, e non da consolanti speranze o inutili attese, inventa il proprio futuro". Umberto Galimberti (La parola ai giovani) presta ascolto a dubbi, speranze, idee di una generazione che ha fretta … Leggi tutto La generazione del nichilismo, con Umberto Galimberti, video pubblicato da Festivaletteratura il 9 set 2018

Vasco Ursini, Negli scritti di Emanuele Severino si parla spesso di “Necessità”. Vediamo come la presenta

Vasco Ursini 4 dicembre 2016   La Necessità, che già da sempre si apre al di fuori dell'isolamento della terra e della storia dell'Occidente, non è una dottrina che passi da uno a un altro, e non è nemmeno qualcosa di "capito" da uno o da molti. In quanto "capita" da uno o da molti diventa … Leggi tutto Vasco Ursini, Negli scritti di Emanuele Severino si parla spesso di “Necessità”. Vediamo come la presenta

GIANFRANCO CORDI’ (docente di storia e filosofia), L’IMPERFETTIBILE. Ovvero: come salvarsi la vita!, novembre 2018

ANTOLOGIA del TEMPO che resta

«Il capitano Achab non torna più dal viaggio contro l’impossibile» canta Roberto Vecchioni in Canzone per Sergio contenuta nell’album Samarcanda (Philips, 1977). Mentre Attilio Meliadò, filosofo di Reggio Calabria, ha pubblicato nel 2001 un libro dal titolo Comunità dell’irreparabile. Saggio di metapolitica del Terzo (Franco Angeli). Dal canto suo Maurizio Ferraris nel Manifesto del Nuovo Realismo (Laterza, 2012) introduce il concetto dell’inemendabile: ciò che non può essere cancellato. Per Jacques Derrida (nel libro Marx & sons. Politica, spettralità, decostruzione, Mimesis, 2002) la giustizia rappresenta l’indecostruibile. L’impossibile ovvero ciòche non può essere possibile, l’irreparabile, ciò che non può essere aggiustato, l’inemendabile, ovvero ciò che non può essere emendato e l’indecostruibile, ovvero ciò che non può essere decostruito sono tutte figure di un unico elemento (del discorso filosofico): l’imperfettibile. Ovvero: ciò che non può essere ulteriormente reso perfetto. Se la perfezione è…

View original post 1.026 altre parole

Gianfranco Cordì analizza DIKE di Emanuele Severino, da TELLUS folio, 2015

ANTOLOGIA del TEMPO che resta

parte finale:

il frammento di Anassimandro si trova «al culmine» di questa «coscienza»: esso mostra la necessità che díkesia la morte che riconduce all’ápeiron. Ma il destino è necessario: è necessario che ogni essente sia sé stesso e null’altro di differente da sé stesso. Díke rimette a posto questa necessità sanando il contrasto del diventar altro (in cui sono caduti gli essenti a causa della separazione): ogni cosa adesso è quello che è, le cose sono quello che sono, gli essenti sono eterni e quindi identici a sé stessi e privi di ogni contraddizione in quanto uniti da quella «e» che li congiunge e li fa stare insieme pur essendo contrari. «L’Occidente pensa, nel frammento di Anassimandro, il tratto decisivo a cui resterà poi sempre fedele, che cioè il dolore … è prodotto dalla “realtà” del diventar altro, la quale è a sua volta prodotta…

View original post 21 altre parole

Vasco Ursini, L’atteggiamento metafisico-epistemico

L'atteggiamento metafisico-epistemico . All'interno dell' "episteme" nasce la fede nel divenire inteso come divenire ontologico, cioè come oscillazione degli essenti tra l'essere e il nulla. Questa oscillazione all'interno dell'episteme viene inserita in un Senso stabile, ossia in un Ordinamento immutabile e eterno che dà senso al divenire. La metafisica è appunto l' "episteme" quale percorso … Leggi tutto Vasco Ursini, L’atteggiamento metafisico-epistemico

Vasco Ursini, Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?

Vasco Ursini   Luigi Vero Tarca, professore ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e allievo di Emanuele Severino, nell’introduzione al volume a più voci intitolato A partire da Severino Sentieri aperti nella filosofia contemporanea (Aracne editrice, 2016), solleva alcune domande importanti. Egli si chiede se sia possibile allontanarsi dal pensiero di … Leggi tutto Vasco Ursini, Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?

Glossario delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino, parte 5°: TERRA, TERRA ISOLATA, TERRA CHE SALVA, CONTRADDIZIONE C, DIFFERENZA ONTOLOGICA , GLORIA; IO INDIVIDUALE. Da: Nicoletta Cusano, Emanuele Severino – Oltre il nichilismo, Morcelliana, Brescia 2011, p. 525

Glossario delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino 5 terra: la totalità degli essenti sopraggiungenti nel cerchio del destino. terra isolata: è la terra in quanto isolata dal destino, ossia dalla sua verità. Così isolata, la terra è nulla, ovvero è il "positivo significare del nulla". terra che salva: si tratta della terra che … Leggi tutto Glossario delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino, parte 5°: TERRA, TERRA ISOLATA, TERRA CHE SALVA, CONTRADDIZIONE C, DIFFERENZA ONTOLOGICA , GLORIA; IO INDIVIDUALE. Da: Nicoletta Cusano, Emanuele Severino – Oltre il nichilismo, Morcelliana, Brescia 2011, p. 525