Vasco Ursini, L’originario mistero dell’ “Essere”

Nonostante le millenarie indagini e riflessioni condotte sull' "Essere" dagli umani, il mistero originario che lo vela resta impenetrato. Ridurlo, come fa Severino, all'insieme degli enti significa vederlo come un ente, come l'insieme degli enti. Significa non concepire come essere alcunché al di fuori degli enti. Concepirlo come un "trascendens", come fa Heidegger, significa dargli … Leggi tutto Vasco Ursini, L’originario mistero dell’ “Essere”

LO SAPEVI CHE… Heidegger possedeva una sua propria copia di “Essere e tempo” su cui ….

Gazzetta filosofica 1t7 eldalghofSsshuctpdoo 2utn0sot1lref9d  ·  LO SAPEVI CHE... Heidegger possedeva una sua propria copia di "Essere e tempo" su cui continuò a lavorare e ad annotare per tutta la vita, al punto che da essa è possibile desumere importanti informazioni sullo sviluppo del suo pensiero. Il volume è conservato e costituisce un prezioso documento per gli studiosi, … Leggi tutto LO SAPEVI CHE… Heidegger possedeva una sua propria copia di “Essere e tempo” su cui ….

VASCO URSINI, IL TEMPO SECONDO MARTIN HEIDEGGER, brano tratto da: Vasco Ursini, Essere e Tempo, relazione tenuta al congresso internazionale “Heidegger nel pensiero di Severino, tenutosi a Brescia, 13-15 giugno 2019

VASCO URSINI, IL TEMPO SECONDO MARTIN HEIDEGGER Heidegger ci dice che per comprendere l'essere occorre partire dal "tempo", ma la sua è una concezione del tempo nuova e diversa rispetto a quella della metafisica tradizionale: la realtà dell'essere non è più presenza ma "possibilità", e l'essere del tempo non è più il presente ma "l'esistenza". … Leggi tutto VASCO URSINI, IL TEMPO SECONDO MARTIN HEIDEGGER, brano tratto da: Vasco Ursini, Essere e Tempo, relazione tenuta al congresso internazionale “Heidegger nel pensiero di Severino, tenutosi a Brescia, 13-15 giugno 2019

Vasco Ursini: L’essere in Heidegger e Severino

Per Heidegger l'essere differisce dall'essente. Questo differire è la "differenza ontologica", alla quale è opportuno dare un senso preciso: per Heidegger l'essere non è il "nihil absolutum", ma è "das Nichts" (il nulla) inteso come il nulla dell' "essente" e non come l' "assolutamente nulla". Quindi per Heidegger l'essente, ad esempio una pietra, nell'atto in … Leggi tutto Vasco Ursini: L’essere in Heidegger e Severino

Scuotere l’ordine abituale: la relazione con l’estraneo in Heidegger e Waldenfels,   di Laura Oppi | in Storia e filosofia – Il Chiasmo | Treccani, il portale del sapere

vai aScuotere l’ordine abituale: la relazione con l’estraneo in Heidegger e Waldenfels | Storia e filosofia - Il Chiasmo | Treccani, il portale del sapere