Perché nasce la filosofia? Lo spiega Emanuele Severino parlando di Leopardi, video da Sapiens Sapiens, 10 settembre 2018

Sapiens Sapiens Pubblicato il 10 set 2018 Da dove nasce la filosofia? Quali sono le radici del bisogno di filosofare? Perché ad un certo punto i miti non bastano più? A queste domande risponde Emanuele Severino, uno dei massimi filosofi di sempre https://youtu.be/AjZhciKvt7s

Differenze tra ARISTOTELE e PLATONE riguardo alla loro concezione del sapere e della realtà alla finalità della filosofia, ai loro interessi , metodi e al loro linguaggio (lezione 4). Video di Gianfranco Marini

https://youtu.be/TU_1SQr5haU mappa concettuale usata nella lezione: http://cmapspublic2.ihmc.us/rid=1KXP2...

ARISTOTELE: “THAUMA”, da E. Severino, Scuola e tecnica, Università degli Studi di Parma, Facoltà di Architettura, 2005, pp. 30-32

  Aristotele dice che la filosofia nasce dal 'thauma'. Comunemente si traduce questa antica parola greca con "meraviglia". E si va completamente fuori strada, perché 'thauma', nel suo significato originario significa "terrore", "angosciante stupore". Per che cosa? Per questa nostra esistenza, per la vita in cui ci troviamo e la cui durezza raggiunge tutti e … Leggi tutto ARISTOTELE: “THAUMA”, da E. Severino, Scuola e tecnica, Università degli Studi di Parma, Facoltà di Architettura, 2005, pp. 30-32

Emanuele Severino, Istituzioni di filosofia, Morcelliana editore, 1968 (2010), p. 228

Annotazione di Vasco Ursini: E' un testo molto utile che concorre a inquadrare nell'alveo del suo pensiero il variare del significato delle categorie e dei problemi costitutivi della filosofia (identità, contraddizione, dialettica, verità, realismo, idealismo, ecc.)

Emanuele Severino, 32 LEZIONI VENEZIANE, Corso 9 ottobre 2000 – 17 gennaio 2001 tenuto nella aule di San Sebastiano alla Università Ca’ Foscari di Venezia. Pubblicate in L’IDENTITA’ DELLA FOLLIA e in L’IDENTITA’ DEL DESTINO, a cura di Giorgio Brianese, Giulio Goggi, Ines Testoni, Rizzoli, 2007 e 2009. Indice del libro

Paolo: quale cura davvero enorme avete dedicato a questi due libri: Giulio: Starei per dire che quelle “Lezioni veneziane” sono uscite così, come le si legge in quei due libri, pressoché perfette, come Minerva dalla testa di Giove. E credo che questo lo potrebbero confermare anche Giorgio Brianese e Ines Testoni. Un caro saluto