Vasco Ursini: Ascoltiamo Emanuele Severino (“L’intima mano”, pp. 53 – 54)

La nostra epoca si trova nell’« impossibilità di conciliare e risolvere l’antagonismo tra le posizioni ultime in generale rispetto alla vita» e nella «necessità di decidere per l’una o per l’altra». Questa affermazione è di Max Weber; ma esprime il punto di vista oggi dominante (esprime cioè la coscienza che la nostra epoca ha per … Leggi tutto Vasco Ursini: Ascoltiamo Emanuele Severino (“L’intima mano”, pp. 53 – 54)

Vasco Ursini: Le due anime che sono nel nostro petto. Citazione in: E. Severino, Intorno al senso del nulla, Adelphi, Milano 2013, pp. 210-211

Avevo promesso che avrei mostrato come Emanuele Severino “governa” le due anime che sono ovviamente anche nel suo petto. Ecco come le “governa”:Anche se “io” sono una volontà di testimoniare il destino, io credo ‘di più e più spesso’ nelle cose in cui comunemente si crede che non nel “destino della verità” – credo di … Leggi tutto Vasco Ursini: Le due anime che sono nel nostro petto. Citazione in: E. Severino, Intorno al senso del nulla, Adelphi, Milano 2013, pp. 210-211

Vasco Ursini: In molti suoi scritti, e ancora più direttamente in questo suo fresco di stampa “Storia, Gioia” …

In molti suoi scritti, e ancora più direttamente in questo suo fresco di stampa “Storia, Gioia”, Emanuele Severino delinea un senso della “storia” abissalmente diverso da quello rappresentato dalla varie forme di cultura: la storia è l’infinito e sempre più ampio apparire degli “eterni” in ciascuno dei cerchi dell’apparire del destino della verità, Ciascun cerchio … Leggi tutto Vasco Ursini: In molti suoi scritti, e ancora più direttamente in questo suo fresco di stampa “Storia, Gioia” …

Vasco Ursini: STORIA, GIOIA DI EMANUELE SEVERINO

Tra le due parole del titolo compare una virgola: la congiunzione potrebbe far pensare alla semplice contrapposizione di storia e gioia. Il loro senso autentico è invece essenzialmente diverso da quello ovunque condiviso. La storia, si pensa, è ‘res gestae’. Ma il gesto ha un inizio e una fine. E invece solo gli eterni hanno … Leggi tutto Vasco Ursini: STORIA, GIOIA DI EMANUELE SEVERINO

Vasco Ursini: Francesco Berto, laureatosi a Venezia con una tesi su Emanuele Severino, attualmente tiene la Structural Chair of Metaphysics alla Universiteit van Amsterdam …

Francesco Berto, laureatosi a Venezia con una tesi su Emanuele Severino, attualmente tiene la Structural Chair of Metaphysics alla Universiteit van Amsterdam. In un’intervsista rilasciata a Carlo Crosato (MicroMega Il rasoio di Occam, 2015), in occasione della pubblicazione del volume intitolato Ontology e Metaontology: A Contemporary Guide, volume scritto a quattro mani con Matteo Plebani, … Leggi tutto Vasco Ursini: Francesco Berto, laureatosi a Venezia con una tesi su Emanuele Severino, attualmente tiene la Structural Chair of Metaphysics alla Universiteit van Amsterdam …

Vasco Ursini, Significativi riconoscimenti espressi nei confronti di Emanuele Severino da Enrico Berti

Enrico Berti è professore emerito di storia della filosofia. Particolarmente interessato alla filosofia di Aristotele, ne ha intravisto le tracce nella metafisica, nell’etica e nella politica contemporanea, in particolar modo per i problemi della contraddizione e della dialettica. E’ autorevolmente dentro la dibattuta questione del rapporto tra scienza e filosofia che si incentra su una … Leggi tutto Vasco Ursini, Significativi riconoscimenti espressi nei confronti di Emanuele Severino da Enrico Berti

Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?. Luigi Vero Tarca solleva alcune domande importanti. Post di Vasco Ursini

Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino? Luigi Vero Tarca, professore ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e allievo di Emanuele Severino, nell’introduzione al volume a più voci intitolato A partire da Severino Sentieri aperti nella filosofia contemporanea (Aracne editrice, 2016), solleva alcune domande importanti. Egli si chiede … Leggi tutto Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?. Luigi Vero Tarca solleva alcune domande importanti. Post di Vasco Ursini

Vasco Ursini : Ecco uno dei passi più sconcertanti del pensiero di Emanuele Severino … (Discussioni intorno al senso della verità’, p. 80

Ecco uno dei passi più sconcertanti del pensiero di Emanuele Severino in cui si afferma che la verità incontrovertibile non è il prodotto di un individuo, cioè non è qualcosa di cui l’individuo sia l’autore, e che ogni “io” della terra isolata, in quanto non è l’apparire del destino della verità non può capire, non … Leggi tutto Vasco Ursini : Ecco uno dei passi più sconcertanti del pensiero di Emanuele Severino … (Discussioni intorno al senso della verità’, p. 80

EMANUELE SEVERINO SULLA POTENZA DELLA VOLONTA’, in : Emanuele Severino, Sul divenire – Dialogo con Biagio de Giovanni, Mucchi editore, Modena 2014, pp.43-44, Da un post di Vasco Ursini

Da un post di Vasco Ursini EMANUELE SEVERINO SULLA POTENZA DELLA VOLONTA’ Si richiami – non più che un cenno, che però va forse incontro allo spirito delle domande di de Giovanni – che nella terra isolata la volontà ‘crede’ di avere la potenza di trarre gli essenti dal loro non essere e di risospingerveli, … Leggi tutto EMANUELE SEVERINO SULLA POTENZA DELLA VOLONTA’, in : Emanuele Severino, Sul divenire – Dialogo con Biagio de Giovanni, Mucchi editore, Modena 2014, pp.43-44, Da un post di Vasco Ursini

Il problema del capirsi tra i mortali, Vasco Ursini

Capire è un’impresa difficilissima. Farsi capire è una smisurata ambizione. Il capirsi tra “individui” resta un’insanabile utopia. Eppure continuiamo a parlare, a parlarci, a credere di “dialogare” In realtà quello che dovrebbe essere un dialogo, di fatto quasi sempre è un “parlarsi addosso” di ciascuno dei dialoganti, senza alcuna possibilità di arrivare a capirsi. Qualche … Leggi tutto Il problema del capirsi tra i mortali, Vasco Ursini

nei processi di istruzione e educazione ci si convinca che l’organizzazione didattica del sapere si deve fondare sulle modalità di apprendimento delle varie fasce di età, Vasco Ursini

Occorre che nei processi di istruzione e educazione ci si convinca che l’organizzazione didattica del sapere si deve fondare sulle modalità di apprendimento delle varie fasce di età. Dunque, la matetica sia posta a fondamento della didattica, sempre.

Il problema del capirsi tra i mortali, Vasco Ursini

Capire è un’impresa difficilissima. Farsi capire è una smisurata ambizione. Il capirsi tra “individui” resta un’insanabile utopia. Eppure continuiamo a parlare, a parlarci, a credere di “dialogare” In realtà quello che dovrebbe essere un dialogo, di fatto quasi sempre è un “parlarsi addosso” di ciascuno dei dialoganti, senza alcuna possibilità di arrivare a capirsi. Qualche … Leggi tutto Il problema del capirsi tra i mortali, Vasco Ursini

Il grande sogno, Vasco Ursini cita Emanuele Severino, Il mio ricordo degli eterni. Rizzoli, 2011,p. 47

Ascoltiamo Emanuele Severino in questo suo sguardo sull’uomo. Potremo, tra l’altro, constatare come il suo linguaggio si fa, a tratti, profondamente poetico: “Al centro di ciò che non può essere in alcun modo negato sta l’impossibilità che un qualsiasi essente (cose, eventi, stati della coscienza o della natura o di altro ancora) sia stato nulla … Leggi tutto Il grande sogno, Vasco Ursini cita Emanuele Severino, Il mio ricordo degli eterni. Rizzoli, 2011,p. 47

Il presente non si ferma che per una sfuggente frazione di tempo … Vasco Ursini

Il presente non si ferma che per una sfuggente frazione di tempo dunque non si lascia guardare, toccare. È inafferrabile. Sprofonda nel passato attimo dopo attimo. Si può soltanto ricordarlo e riviverlo. Ma nel ricordo esso non è più ciò che era quando è apparso, perché ormai è intriso e in qualche modo sfigurato da … Leggi tutto Il presente non si ferma che per una sfuggente frazione di tempo … Vasco Ursini

Vasco Ursini, Il “mortale” nella terra isolata, in Amici di Emanuele Severino | Facebook

Vasco Ursini, Il “mortale” nella terra isolata. Difficilissimo scorgere il luogo della verità che non è dinanzi a noi, ma alle nostre spalle. Ed è difficilissimo perché il nostro io individuale è imprigionato e fuorviato dalle mille fedi cui si aggrappa per lenire il dolore esistenziale e fronteggiare il terrore della morte. Vivere è credere, … Leggi tutto Vasco Ursini, Il “mortale” nella terra isolata, in Amici di Emanuele Severino | Facebook