Ancora sul “solido nulla”, Vasco Ursini, 26 giugno 2018

 

Cara Grazia Pisegna Pen-name, tento di spiegare ancor meglio l’espressione leopardiana “solido nulla”.

Anche quando sono, anche sintanto che sono, le cose sono nulla, perché è un nulla, in esse, la capacità di resistere stabilmente – eternamente – al nulla.

Il nulla di tale capacità è ciò su cui si appoggia ogni consistenza e solidità delle cose: “tutto è nulla, solido nulla” (P 85). Ogni solidità è un nulla; ma, essendo l’anima il principio di ogni solidità, il nulla riesce a “soffocare” chi si trova “in mezzo al nulla” e sente che tutto è nulla.
Poiché la solidità delle cose (cioè il loro effimero permanere nell’esistenza) ha come principio il nulla, “tutto è nulla, solido nulla”.
Tutto è “solido nulla” dunque, non perché la materia delle cose (che è il nulla di esse) è eterna, ma perché l’ “essere” dei “modi di essere” della materia (l'”essere” delle cose) non é necessario, ossia è fondato sul nulla.

via (1) ancora sul “solido nulla – Ricerca di Facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.