L’individuo in Severino conteso tra verità ed errore | giornate di studio a cura di Ritiri Filosofici, dal 12 al 14 ottobre 2018

Programma venerdì 12 ottobre 17 – 19,30 arrivo e sistemazione dei partecipanti 20 cena 21 – 22 presentazione del ritiro sabato 13 ottobre 9 – 10,30 Principio di non contraddizione e principio di identità: loro significato per il costituirsi (o non costituirsi) della nozione di individuo 10,30  coffee break 11 – 12,30 discussione 13 – … Leggi tutto L’individuo in Severino conteso tra verità ed errore | giornate di studio a cura di Ritiri Filosofici, dal 12 al 14 ottobre 2018

Emanuele Severino. L`utile e il bene – link a: Rai Filosofia

Emanuele Severino affronta il tema del rapporto tra l'utile e il bene in un confronto con gli allievi del liceo "Genovesi" di Napoli. vai a: http://www.filosofia.rai.it/articoli/emanuele-severino-lutile-e-il-bene/7755/default.aspx http://www.filosofia.rai.it/embed/emanuele-severino-lutile-e-il-bene/7755/default.aspx

Giacomo Leopardi IL NICHILISMO EUROPEO – IL PRIMO PENSATORE DEL NICHILISMO DELL’EUROPA NELL’ETÀ DELLA TECNICA: «Il secol superbo e sciocco», «Il nulla è negli oggetti e non nella ragione», «La ragione è acutissima, non è né incompetente né debole», «Il Nulla verissimo e certissimo delle cose». «La ginestra», Commento di Giorgio Linguaglossa | link a L’Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale, 9 gennaio 2016

vai a: Giacomo Leopardi IL NICHILISMO EUROPEO – IL PRIMO PENSATORE DEL NICHILISMO DELL’EUROPA NELL’ETÀ DELLA TECNICA: «Il secol superbo e sciocco», «Il nulla è negli oggetti e non nella ragione», «La ragione è acutissima, non è né incompetente né debole», «Il Nulla verissimo e certissimo delle cose». «La ginestra» | L'Ombra delle Parole Rivista … Leggi tutto Giacomo Leopardi IL NICHILISMO EUROPEO – IL PRIMO PENSATORE DEL NICHILISMO DELL’EUROPA NELL’ETÀ DELLA TECNICA: «Il secol superbo e sciocco», «Il nulla è negli oggetti e non nella ragione», «La ragione è acutissima, non è né incompetente né debole», «Il Nulla verissimo e certissimo delle cose». «La ginestra», Commento di Giorgio Linguaglossa | link a L’Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale, 9 gennaio 2016

ANCORA SULLA VOLONTA’/FEDE, di Luciano Tomagè, con una nota di Vasco Ursini

Luciano Tomagè 20 h ANCORA SULLA VOLONTA'/FEDE La forma del mortale è la Volontà. Noi, in quanto mortali, siamo individuazioni di questa forma, e come tali, contenuto di questa forma. Il mortale, cioè, è avvolto dalla Volontà. La Volontà si esprime nell' azione, nella prassi, nel processo infinito di decisioni (conscie e/o inconscie) che accompagnano … Leggi tutto ANCORA SULLA VOLONTA’/FEDE, di Luciano Tomagè, con una nota di Vasco Ursini

Nota di Vasco Ursini: “Agli amici che continuamente mi chiedono indicazioni e consigli sui libri di Emanuele Severino, rispondo che essi possono essere divisi in due categorie … “

Nota di Vasco Ursini Agli amici che continuamente mi chiedono indicazioni e consigli sui libri di Emanuele Severino, rispondo che essi possono essere divisi in due categorie: a) i testi hanno prevalentemente il compito di indicare il senso nascosto dell'alienazione essenziale e la sua presenza nella civiltà occidentale; b) i testi hanno prevalentemente il compito … Leggi tutto Nota di Vasco Ursini: “Agli amici che continuamente mi chiedono indicazioni e consigli sui libri di Emanuele Severino, rispondo che essi possono essere divisi in due categorie … “

Vasco Ursini, Alle molte domande che mi sono pervenute sulla questione se “l’uomo sia libero o no”, rispondo con questo illuminante scritto di Emanuele Severino, “Libertà e destino”, che io pienamente condivido

  Sarebbe potuto esistere un mondo più felice, invece di quello che conosciamo? diverso da quello che è esistito? E anche per il futuro: la vita cui andiamo incontro è l'unica che ci attende? Quella che vivremo è l'unica che avremmo potuto vivere? Oppure la vita che vivremo è una delle molte, forse infinite, vie … Leggi tutto Vasco Ursini, Alle molte domande che mi sono pervenute sulla questione se “l’uomo sia libero o no”, rispondo con questo illuminante scritto di Emanuele Severino, “Libertà e destino”, che io pienamente condivido

EMANUELE SEVERINO, La cultura contemporanea e Dio, in Pensieri sul cristianesimo, Rizzoli editore

Mentre la cultura contemporanea ritiene che Dio sia qualcosa di eccessivo, un'iperbole che la realtà non può contenere, si tratta invece di comprendere che Dio è 'troppo poco' (...), e cioè è esso stesso l'immagine prodotta da un pensiero tragicamente modesto, arrendevole e disperato di fronte al nulla da cui Dio trae e in cui … Leggi tutto EMANUELE SEVERINO, La cultura contemporanea e Dio, in Pensieri sul cristianesimo, Rizzoli editore