Emanuele Severino – Che cos’è la verità scientifica? in “I confini della scienza. La scienza nel nuovo millennio”, 23 settembre – 16 ottobre 2005 – video YouTube

SEVERINO – I confini della scienza Nell’ambito della III edizione di Bergamoscienza (23 settembre – 16 ottobre 2005). “I confini della scienza. La scienza nel nuovo millennio”

vai a:

(1302) Emanuele Severino – Che cos’è la verità scientifica? – YouTube

Martin Heidegger sulla “questione del pensare” , testo di Vasco Ursini

da:

Amici di Emanuele Severino : https://www.facebook.com/groups/995555343856790/permalink/2955182084560763/ | Facebook

Il compito del pensiero oggi, come lo vedo io, è in qualche modo tanto nuovo da esigere un metodo anch’esso assolutamente nuovo e questo modo può essere ottenuto solo attraverso il dialogo diretto da persona a persona e attraverso un lungo apprendistato ed in una certa misura attraverso l’esercizio della visione nel pensare. In altre parole questa modalità del pensare è concepibile solo per pochi uomini, inizialmente; può però in seguito essere comunicato agli altri tramite diversi ambiti dell’educazione. Le faccio un esempio: oggi ognuno di noi può agire con una radio e con una televisione senza per questo conoscere le leggi fisiche soggiacenti, senza per questo conoscere i metodi necessari alla loro scoperta, metodi che solo cinque o sei fisici (!) comprendono realmente. In un primo tempo, sarà cosi anche per questo pensare”. Il concetto di linguaggio come strumento di informazione si sta spingendo ai nostri giorni fino all’estremo. La relazione tra l’essere umano e il linguaggio sta subendo una trasformazione, le cui conseguenze noi non siamo ancora in grado di misurare. Lo sviluppo di questo processo non può essere arrestato in modo diretto. E inoltre sta procedendo nel più profondo dei silenzi. Evidentemente dobbiamo affermare che il linguaggio nella vita di tutti i giorni appare come un mezzo per comprenderci ed è usato nelle questioni ordinarie della vita come un mezzo. Ma ci sono altre relazioni con il linguaggio oltre a quella comune. Goethe chiama queste relazioni “le più profonde” e dice a proposito del linguaggio: “Nella vita ordinaria il linguaggio è appena sufficiente per capirsi perché con esso indichiamo solo relazioni superficiali. Non appena si parla di relazioni più profonde, allora emerge improvvisamente un altro linguaggio, quello poetico”.

“Guardare il fiume fatto di tempo e d’acqua e ricordare che il tempo è un altro fiume …”, Jorge Luis Borges, in L’artefice, 1960

DA

“Guardare il fiume fatto di tempo e d’acqua e ricordare che il tempo è un altro fiume …”, Jorge Luis Borges, in L’artefice, 1960 – Antologia del TEMPO che resta

Guardare il fiume fatto di tempo e d’acqua
e ricordare che il tempo è un altro fiume.
Sapere che ci perdiamo come il fiume
e che passano i volti come l’acqua.

Sentire che la veglia è un altro sogno,
sogno di non sognare e la morte
che il nostro corpo teme è questa morte
di ogni notte, che chiamiamo sonno.

Vedere nel giorno o nell’anno un simbolo
dei giorni dell’uomo e dei suoi anni,
trasfigurare l’oltraggio degli anni
in una musica, un rumore, un simbolo,

vedere nella morte il sonno, nel tramonto
un triste oro, questo è la poesia
che è povera e immortale. La poesia
si volge come l’aurora e il tramonto.

Talora nel crepuscolo un volto
ci guarda dal fondo di uno specchio;
l’arte deve esser come quello specchio
che ci rivela il nostro proprio volto.

Ulisse, dicono, stanco di prodigi,
pianse d’amore, scorgendo la sua Itaca
umile e verde. L’arte è quell’Itaca
di verde eternità, non di prodigi.

È anche come il fiume senza fine
che passa e resta; è specchio di uno stesso
Eraclito incostante, uno e diverso
sempre, come il fiume senza fine.

Jorge Luis Borges

VASCO URSINI, Una filosofia per il tempo che viviamo, Edizioni Nuova Prhomos, 180 pagine, Città di Castello (PG), 2021, INDICE del libro e modalità di acquisto

Sito della casa editrice:

https://www.nuovaprhomos.com/

COLORO CHE INTENDESSERO ACQUISTARE IL SAGGIO DEL PROF. VASCO URSINI CON ESTREMA VELOCITA POSSONO CONTATTARE L’UFFICIO DISTRIBUZIONE DELLA CASA EDITRICE (ore 9-13; 14-16) AL NUMERO TELEFONICO

075 85 50 805

VERRA’ LORO DETTO CHE POSSONO ACQUISTARE IL SAGGIO CON UNA DI QUESTE DUE MODALITA’:

A) TRAMITE PAGAMENTO CONTRASSEGNO AL RICEVIMENTO DEL SAGGIO CON L’AGGIUNTA DI 5 EURO RISPETTO AL SUO COSTO DI 20 EURO;

B) CON BONIFIFICO BANCARIO, USANDO LE COORDINATE CHE VERRANNO COMUNICATE VIA TELEFONO DALLA DISTRIBUZIONE. CON QUESTA MODALITA’ DI PAGAMENTO NON C’E’ NESSUN AUMENTO DEL COSTO DEL SAGGIO.

IL SAGGIO, IN ENTRAMBE LE MODALITA’ SARA’ RICEVUTO DALL’ACQUIRENTE IN 24 ORE

Per i contatti telefonici con la casa editrice vai a:

https://www.nuovaprhomos.com/contatti.html

Indirizzo mail della casa editrice:

stampa@nuovaprhomos.com

La psicoanalisi: una storia romantica – Conferenza di Umberto Galimberti – INTEGRALE – video YouTube

La psicoanalisi: una storia romantica – Conferenza di Umberto Galimberti – INTEGRALE

vai a

(815) La psicoanalisi: una storia romantica – Conferenza di Umberto Galimberti – INTEGRALE – YouTube

IL TEMPO DEL NICHILISMO: NIETZSCHE, JUNG E HEIDEGGER – Galimberti e Guzzi in dialogo (2010) – video YouTube

IL TEMPO DEL NICHILISMO: NIETZSCHE, JUNG E HEIDEGGER – Galimberti e Guzzi in dialogo (2010)

vai a

(814) IL TEMPO DEL NICHILISMO: NIETZSCHE, JUNG E HEIDEGGER – Galimberti e Guzzi in dialogo (2010) – YouTube