Umberto GALIMBERTI: “Ringrazio i miei maestri Karl Jaspers e Emanuele Severino “, in Nuovo dizionario di psicologia, Feltrinelli editore, 2018, citazione a pagina 11

In: https://mappeser.com/2021/12/08/umberto-galimberti-nuovo-dizionario-di-psicologia-psichiatria-psicoanalisi-neuroscienze-feltrinelli-2018-pagg-1635/

Vi sono circostanze in cui sarebbe ridicolo o quasi pazzesco porre un aut-aut … Kierkegaard

Vi sono circostanze in cui sarebbe ridicolo o quasi pazzesco porre un aut-aut: ma vi sono persone la cui anima è troppo dissoluta per cogliere il significato di questo dilemma, alla cui personalità manca l'energia per dire con pathos: o questo o quello. (Kierkegaard, "Aut-Aut")

LA MORTE DI DIO, E. Montale, Satura I

Tutte le religioni del Dio unico sono una sola: variano i cuochi e le cotture. Così rimuginavo; e m'interruppi quando tu scivolasti vertiginosamente dentro la scala a chiocciola della Périgourdine e di laggiù ridesti a crepapelle. Fu una buona serata con un attimo appena di spavento. Anche il papa in Israele disse la stessa cosa … Leggi tutto LA MORTE DI DIO, E. Montale, Satura I

Vasco Ursini: La “caduta nel tempo” di Cioran

La "caduta nel tempo" La "caduta nel tempo" di Cioran equivale all' "esserci" di Heidegger, e l'esserci si distingue e si identifica con l' "essere per la morte". Per i mortali non c'è nulla di nuovo in questi pensieri rispetto all'universale socratico che recita: "Tutti gli uomini sono mortali".

E. M. Cioran, Tutto diventa virtualmente passato – “ Io accumulo passato, non cesso di fabbricarne e di precipitarvi il presente, senza dargli la possibilità di esaurire la sua stessa durata …, da “La caduta nel tempo” (1964), traduzione di Tea Turolla, Adelphi, Milano 1995 (prima edizione)

E. M. Cioran. - Tutto diventa virtualmente passato - “ Io accumulo passato, non cesso di fabbricarne e di precipitarvi il presente, senza dargli la possibilità di esaurire la sua stessa durata. Vivere significa subire la magia del possibile; ma quando si scorge nel possibile stesso un passato ‹a venire›, tutto diventa virtualmente passato, e … Leggi tutto E. M. Cioran, Tutto diventa virtualmente passato – “ Io accumulo passato, non cesso di fabbricarne e di precipitarvi il presente, senza dargli la possibilità di esaurire la sua stessa durata …, da “La caduta nel tempo” (1964), traduzione di Tea Turolla, Adelphi, Milano 1995 (prima edizione)

Martin Heidegger, Abbandonare il nome di «amore per la sapienza»

  “ Il pensiero a venire non è più filosofia, perché esso pensa in modo più originario della metafisica, termine che indica la stessa identica cosa. Ma il pensiero a venire non può neppure più, come pretendeva Hegel, abbandonare il nome di «amore per la sapienza» e divenire la sapienza stessa nella forma del sapere … Leggi tutto Martin Heidegger, Abbandonare il nome di «amore per la sapienza»

“Declina, ma non muore quel che è stato …”, Antonio Prete in Tutto è sempre ora, Einaudi

“Tutto è sempre ora” è l’attesa: di un respiro, di un cardo che fiorisce e “con il suo rosso: / un fiore di sillabe, / solo, dentro il giardino della lingua” (p. 14); l’attesa di un giorno, l’“essenza dell’amore è luce offerta / al gioco d’ombre, / grazia che disperde / il suo fulgore, quando … Leggi tutto “Declina, ma non muore quel che è stato …”, Antonio Prete in Tutto è sempre ora, Einaudi

Eugenio MONTALE: “Non credo al tempo … a nulla che misuri gli eventi in un prima e in un dopo …”, dalla poesia Quartetto, in Altri versi

... E il tempo? Quarant’anni ho detto e forse zero.Non credo al tempo, al big bang, a nullache misuri gli eventi in un prima e in un dopo.Suppongo che a qualcuno, a qualcosa convengaL’attributo di essente. In quel giorno eri tu.Ma per quanto, ma come? Ed ecco che rispuntala nozione esecrabile del tempo ...   … Leggi tutto Eugenio MONTALE: “Non credo al tempo … a nulla che misuri gli eventi in un prima e in un dopo …”, dalla poesia Quartetto, in Altri versi

Gennaro Pezzella: Husserl Heidegger Wittgenstein Freud. La filosofia del ns tempo in una sintesi pragmatica del prof. Vasco Ursini …

Gennaro Pezzella Husserl Heidegger Wittgenstein Freud aprono nuovi scenari di pensiero che conformano una nuova comunicazione relazionale. La filosofia del ns tempo in una sintesi pragmatica del prof. Vasco Ursini. Da leggere.IN:Amici di Emanuele Severino | Facebook

“A partire dall’esser sè dell’ essente (l’essente è eterno quindi è sempre: nel passato, nel presente, nel futuro ) … “, in TESTONI Ines, Il grande libro della morte. Miti e riti dalla preistoria ai cyborg, Il Saggiatore, 2021, citazione dal capitolo 14, Volere l’immortalità, pagina 226

vai alla scheda del libro: https://emanueleseverino.com/2021/12/03/testoni-ines-il-grande-libro-della-morte-miti-e-riti-dalla-preistoria-ai-cyborg-il-saggiatore-2021-indice-del-libro/