Sapere di stare per morire o comunque sulla via della morte è la condizione esistenziale …

Sapere di stare per morire o comunque sulla via della morte è la condizione esistenziale peggiore in cui può trovarsi il mortale. Condizione non creata ovviamente dal mortale ma da quel senso di impenetrabile mistero che definisce il destino dell'esserci. da (1) Vasco Ursini | Facebook

Vasco Ursini: La morte nell’esistenza

  Ineluttabilità della morte e della stessa nascita che, a ben guardare è una lotteria e all'esito di questa è legata la nostra esistenza non cercata né voluta. Ma che comunque va vissuta nella consapevolezza che essa va programmata secondo le proprie capacità. Che senso abbia tutto questo, nessuno, sul piano razionale, può dirlo. Può … Leggi tutto Vasco Ursini: La morte nell’esistenza

che cosa vuol dire “per lei” morire?, da “Che cosa vuol dire morire” a cura di Daniela Monti edizioni Einaudi pagina 152 e 153

che cosa vuol dire "per lei" morire? Lei mi chiede che cosa significhi morire a mio modo di pensare. Se dovessi rispondere secondo il "mio" modo di pensare, non varrebbe la pena ascoltare neppure la prima parola di quanto dico: sarebbe, appunto, il "mio" modo di pensare. Il modo di pensare, cioè, di un individuo … Leggi tutto che cosa vuol dire “per lei” morire?, da “Che cosa vuol dire morire” a cura di Daniela Monti edizioni Einaudi pagina 152 e 153

“Educare alla morte è possibile a tutte le età”, Colloquio con Ines Testoni (di D. D’Alessandro) – in HuffPost Italia

Andrea Camilleri, “Quando nasci ti danno un biglietto …

“Quando nasci ti danno un biglietto, indecifrabile, dentro il quale c’è scritto tutto il tuo avvenire. Le malattie, gli amori, il successo, l’insuccesso, gli incontri importanti, c’è scritto tutto lì. Anche il giorno e l’ora della tua morte. È nel ticket, è nel prezzo del biglietto. Io non capisco i miei amici quando cominciavano a … Leggi tutto Andrea Camilleri, “Quando nasci ti danno un biglietto …

“A partire dall’esser sè dell’ essente (l’essente è eterno quindi è sempre: nel passato, nel presente, nel futuro ) … “, in TESTONI Ines, Il grande libro della morte. Miti e riti dalla preistoria ai cyborg, Il Saggiatore, 2021, citazione dal capitolo 14, Volere l’immortalità, pagina 226

vai alla scheda del libro: https://emanueleseverino.com/2021/12/03/testoni-ines-il-grande-libro-della-morte-miti-e-riti-dalla-preistoria-ai-cyborg-il-saggiatore-2021-indice-del-libro/

GLOSSARIO delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino, da: Nicoletta Cusano, Emanuele Severino – Oltre il nichilismo, Morcelliana, 2011, p. 525

Glossario delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino da: Nicoletta Cusano, Emanuele Severino - Oltre il nichilismo, Morcelliana, Bresci 2011, p. 525 vai alla scheda del libro: https://emanueleseverino.com/2017/02/28/nicoletta-cusano-emanuele-severino-oltre-il-nichilismo-morcelliana-2011-p-540/ ------------------------------------------------------------------------------------------------- de-stino: significa lo 'stare innegabile' dell'essere. Il termine deve essere inteso in senso etimologico: il de- non ha significato depotenziante ma potenziante (Severino richiama il caso … Leggi tutto GLOSSARIO delle espressioni chiave della filosofia di Emanuele Severino, da: Nicoletta Cusano, Emanuele Severino – Oltre il nichilismo, Morcelliana, 2011, p. 525

EMANUELE SEVERINO, L’APPARIRE DELLA MORTE, da: Emanuele Severino, Sul divenire Dialogo con Biagio de Giovanni, Mucchi Editore, Napoli, 2014, pp. 22-28

Come per tutti i mortali anche per Biagio de Giovanni c'è "qualcosa di ineluttabile" "nella condizione mortale dell'uomo", cioè la morte, "la prova inconfutabile", "l'irrefutabile cogenza" che "l'ente uomo nasce dal nulla e va nel nulla" - con l'inaccettabile risultato che ciò che chiamo 'destino' "si scontra con il fatto che l'uomo muore" (Biagio de … Leggi tutto EMANUELE SEVERINO, L’APPARIRE DELLA MORTE, da: Emanuele Severino, Sul divenire Dialogo con Biagio de Giovanni, Mucchi Editore, Napoli, 2014, pp. 22-28

Vasco Ursini, La vita è essenzialmente l’attesa della morte …

La vita è essenzialmente l'attesa della morte. Giudicare, come spesso si fa, semplicemente "pessimistico" questo pensiero è cosa del tutto estranea alla "verità" che esso proclama. Si tratta poi di verificare se la morte è "un andare nel nulla", o se invece essa non annulla l'eternità dell'essente in quanto essente. E' questo il "dilemma" che … Leggi tutto Vasco Ursini, La vita è essenzialmente l’attesa della morte …

Centro Casa Severino, ora luogo di ricerche. e di sorprese. Intervista di Daniela Monti a Anna Severino, in 7/Corriere della Sera, 12 nov 21

letto in edizione cartacea purtroppo la riproduzione è riservata (copyright) vai al sito: https://www.corriere.it/sette/ UN ESTRATTO: INDICE DEL SETTIMANALE:

LA MORTE E L’ETERNO: INTERVISTA A INES TESTONI, 22 marzo 2018

La morte e l’eterno: intervista a Ines Testoni L’Occidente ha un problema ingravescente con la morte. Non perché stia scendendo l’aspettativa di vita, che anzi, è piuttosto alta rispetto a tutto il resto del mondo. A partire dal ‘900 è cominciato il processo di estraniamento della morte dalla nostra quotidianità, mentre fino a prima essa è … Leggi tutto LA MORTE E L’ETERNO: INTERVISTA A INES TESTONI, 22 marzo 2018

Che significa morire?, Emanuele Severino in La strada, Rizzoli, Milano, 1983, pagg. 101-107

L’incertezza piú profonda continua ad avvolgere ogni risposta dei mortali a questa domanda. Non avvolge soltanto le teorie attorno alla morte, ma lo stesso tentativo di cogliere e di esprimere il fenomeno che tali teorie vorrebbero spiegare – il fenomeno della morte, ossia (stando all’etimo di “fenomeno”) ciò che della morte appare, sta dinanzi visibile e constatabile. Come … Leggi tutto Che significa morire?, Emanuele Severino in La strada, Rizzoli, Milano, 1983, pagg. 101-107