Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?, testo di Vasco ursini

Vasco Ursini‎ a Amici di Emanuele Severino Amministratore · 22 novembre 2018   Luigi Vero Tarca, professore ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e allievo di Emanuele Severino, nell’introduzione al volume a più voci intitolato A partire da Severino Sentieri aperti nella filosofia contemporanea (Aracne editrice, 2016), solleva alcune domande importanti. Egli si chiede se … Leggi tutto Come atteggiarsi di fronte al pensiero filosofico di Emanuele Severino?, testo di Vasco ursini

Abbiamo deciso noi di venire al mondo?, testo di Vasco Ursini

Abbiamo deciso noi di venire al mondo? No. Vi siamo stati “gettati”. Possiamo decidere noi quando ce ne andremo? No. Come si fa allora a dire che “siamo liberi”? E quando si è di fronte a un “aut – aut”, come si fa a pensare che avremmo potuto prendere una decisione diversa da quella effettivamente … Leggi tutto Abbiamo deciso noi di venire al mondo?, testo di Vasco Ursini

Alle molte domande che mi sono pervenute sulla questione se “l’uomo sia libero o no”, rispondo con questo illuminante scritto di Emanuele Severino, “Libertà e destino”, che io pienamente condivido, testo di Vasco Ursini

Alle molte domande che mi sono pervenute sulla questione se “l’uomo sia libero o no”, rispondo con questo illuminante scritto di Emanuele Severino, “Libertà e destino”, che io pienamente condivido. Sarebbe potuto esistere un mondo più felice, invece di quello che conosciamo? diverso da quello che è esistito? E anche per il futuro: la vita … Leggi tutto Alle molte domande che mi sono pervenute sulla questione se “l’uomo sia libero o no”, rispondo con questo illuminante scritto di Emanuele Severino, “Libertà e destino”, che io pienamente condivido, testo di Vasco Ursini

Sofferenza atroce è quella che ci lacera quando ci si accorge che tutti gli amici, uno dopo l’altro, sono morti …, di Vasco Ursini

Vasco Ursini 1 novembre alle ore 19:58 Sofferenza atroce è quella che ci lacera quando ci si accorge che tutti gli amici, uno dopo l’altro, sono morti. Improvvisamente ci si ritrova soli e si è spinti inevitabilmente ad avvertire l’approssimarsi della nostra uguale sorte. Terrificante situazione.

Il destino, secondo Severino, testo di Vasco Ursini

Vasco Ursini Amministratore · 42 min   Il destino, in quanto apparire dell’esser sé dell’essente, è coscienza di autocoscienza e cioè “io”: ” Soltanto un apparire può rivolgersi a sé e vedere nel veduto lo stesso vedere, e dire “io” (La Gloria p. 60). L’Io del destino è cioè ‘l’apparire autocosciente dell”esser sé dell’essente’; “l’apparire originario del … Leggi tutto Il destino, secondo Severino, testo di Vasco Ursini

Sono in molti a chiedermi come ha fatto Emanuele Severino a dare testimonianza, per più di sessanta anni, del “destino della verità”?, testo di Vasco Ursini e citazione in Emanuele Severino, il mio ricordo degli eterni – Autobiografia, Rizzoli, 2011, p. 95

Sono in molti a chiedermi come ha fatto Emanuele Severino a dare testimonianza, per più di sessanta anni, del “destino della verità”? Rispondo che non è certamente l’ “individuo” Emanuele Severino ( che, in quanto individuo, è, come tutti gli altri individui, un errore) a dare quella testimonianza. A darla è stato il suo “essere … Leggi tutto Sono in molti a chiedermi come ha fatto Emanuele Severino a dare testimonianza, per più di sessanta anni, del “destino della verità”?, testo di Vasco Ursini e citazione in Emanuele Severino, il mio ricordo degli eterni – Autobiografia, Rizzoli, 2011, p. 95

Il grande sogno, testo di Vasco Ursini e citazione in Emanuele Severino, Il mio ricordo degli eterni. Rizzoli, 2011,p. 47

Vasco Ursini Amministratore · 30 ottobre alle ore 20:00 Il grande sogno Ascoltiamo Emanuele Severino in questo suo sguardo sull’uomo. Potremo, tra l’altro, constatare come il suo linguaggio si fa, a tratti, profondamente poetico: “Al centro di ciò che non può essere in alcun modo negato sta l’impossibilità che un qualsiasi essente (cose, eventi, stati … Leggi tutto Il grande sogno, testo di Vasco Ursini e citazione in Emanuele Severino, Il mio ricordo degli eterni. Rizzoli, 2011,p. 47

Capirsi tra “individui” è un’insanabile utopia, di Vasco Ursini in Amici di Emanuele Severino

Capirsi tra “individui” è un’insanabile utopia ‎Vasco Ursini‎ a Amici di Emanuele Severino Amministratore · 26 ottobre 2018 Sono molti coloro che mi scrivono che “i miei scritti sono bellissimi ma talvolta non andiamo d’accordo”. Costoro devono ancora convincersi che “capirsi tra “individui” è una insanabile utopia”. Aggiungo che la verità non illumina l’individuo perché l’individuo è il contenuto … Leggi tutto Capirsi tra “individui” è un’insanabile utopia, di Vasco Ursini in Amici di Emanuele Severino

Vasco Ursini: Ancora un ricordo di Franco Volpi

Vasco Ursini Ancora un ricordo di Franco Volpi “Essendo noi esseri radicalmente finiti, cioè tali che, fintanto che siamo, ancora non siamo, per essere felici nel trascorrere distruttivo del tempo dobbiamo cercare di dare alla nostra vita una forma compiuta e bella prima che la morte ci sorprenda. Come ammonisce Epitteto, la morte sorprende il … Leggi tutto Vasco Ursini: Ancora un ricordo di Franco Volpi

Ancora sul concetto di tempo, di Vasco Ursini

  Vasco Ursini Il presente non si ferma che per uno sfuggente frazione di tempo dunque non si lascia guardare, toccare. È inafferrabile. Sprofonda nel passato attimo dopo attimo. Si può soltanto ricordarlo e riviverlo. Ma nel ricordo esso non è più ciò che era quando è apparso, ma è intriso e in qualche modo … Leggi tutto Ancora sul concetto di tempo, di Vasco Ursini

I silenzi, di Vasco Ursini

Vasco Ursini I silenzi Se non fossimo spinti dalla irrefrenabile volontà dì potenza, dopo tanto parlare senza soluzione di continuità, potremmo rifugiarci nei “silenzi” tentando di non indugiare troppo sui sentimenti che dal profondo dell’anima inevitabilmente vanno a depositarsi nel pensiero, così che si deve prendere atto che il “silenzio assoluto” non esiste. Il tacere, … Leggi tutto I silenzi, di Vasco Ursini

Un ricordo che non mi stanco mai di richiamare e di rivivere: è il ricordo di Franco Volpi, testo di Vasco Ursini

  Questa volta voglio che a rivivere con me il ricordo del grande filosofo Franco Volpi siano, anzitutto, tutti i membri del mio gruppo, ” Amici di Emanuele Severino”, e del mio blog, “Il pensiero filosofico di Emanuele Severino nella sua regale solitudine rispetto all’intero pensiero contemporaneo”, ma poi anche tutti coloro che in qualche … Leggi tutto Un ricordo che non mi stanco mai di richiamare e di rivivere: è il ricordo di Franco Volpi, testo di Vasco Ursini

Anche coloro che sono ritenuti, magari per lunghi decenni, uomini eccezionali possono rivelarsi, ad un tratto, per quello che sono in realtà, Vasco Ursini, 11 ottobre 2019

Vasco Ursini 11 ottobre alle ore 13:26 Anche coloro che sono ritenuti, magari per lunghi decenni, uomini eccezionali possono rivelarsi, ad un tratto, per quello che sono in realtà: autentici cazzabubboli. A coloro che avessero fatto questa amara esperienza diciamo di non prendersela troppo perché “il peggio può sempre accadere”   da  Amici di Emanuele Severino