Emanuele Severino e la gran muta di cani, in La strada, la follia e la gioia, Rizzoli, pp. 65-66

Il pensiero contemporaneo da ogni parte e il “destino della verità” nella sua regale solitudine.

Il pensiero contemporaneo, esplicitando i tratti fondamentali del divenire, perviene alla necessità di negare qualsiasi sapere assoluto definitivo. Al di là della sua eterogeneità, il pensiero contemporaneo è come:

una gran muta di cani che corrono tutti nella stessa direzione. Alcuni sono forti e ben fatti, altri gracili […] forse a molti di loro c’è bisogno di ricordarlo, ma è chiaro che che stanno tutti seguendo la belva ferita” che è la:

“verità definitiva e incontrovertibile […] Una gran muta di cani che è all’inseguimento non di un fantasma, ma di una belva, nata in Grecia qualche secolo prima di Cristo, che fino a ieri era la regina della selva. Innanzitutto questo, infatti, è stata la filosofia,da Platone a Hegel: il tentativo di scoprire la verità assoluta.

Ma chi ha ferito mortalmente la belva? Nessuno. Non la scienza moderna, non la società borghese, non il cristianesimo.Questi hanno solo mostrato di essere capaci a vivere senza filosofia e che anzi la filosofia è un impaccio per il modo in cui essi intendono la vita” ( Emanuele Severino, La strada, la follia e la gioia, Rizzoli,pp. 65-66).

Da qualche tempo, tuttavia, è fuori di ogni dubbio che il “destino della verità” si va diffondendo tra i popoli come ciò la cui negazione è autonegazione

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.