La prima legge del pensiero è la con-venienza (Schichlichkeit) del dire dell’essere come destino della verità, e non le regole della logica che possono diventare regole solo in base alla legge dell’essere, Vasco Ursini, 27 febbraio 2015

La prima legge del pensiero è la con-venienza (Schichlichkeit) del dire dell’essere come destino della verità, e non le regole della logica che possono diventare regole solo in base alla legge dell’essere. Prestare attenzione a ciò che con-viene al dire pensante non implica solo che noi ogni volta meditiamo su “che cosa” dire dell’essere e su “come” dirlo. Resta altrettanto essenziale riflettere se si possa dire ciò che è da pensare, fino a che punto lo si possa dire, in quale attimo della storia dell’essere, in quale dialogo con questa storia, e in base a quale pretesa (M. Heidegger, Lettera sull’umanismo).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.