Giancrlo Peddis, il Nulla

IL NULLA.

Sul piano eidetico potremmo definire il nulla l’esatto contrario di qualcosa, escludendo dal qualcosa ciò che a vario titolo chiamiamo spirituale. Escluso dunque ciò che è spirituale, il qualcosa, secondo l’ultima frontiera della fisica (quella quantistica) è o massa o energia, che la relatività ristretta considera equivalenti e alterne. Se il nulla non è, ciò non esclude che non se ne debba dare la prova. Una prova però che non può essere data stando al nulla, ma semmai col suo reciproco e cioè col qualcosa (fisico). Una prova questa molto agevole in quanto può essere ottenuta con l’accertabile verifica della non riduzione al nulla del qualcosa. Ecco quindi che il nulla risulta negato nella sua ontologia, nel senso che il qualcosa non può nascere dal nulla e viceversa il qualcosa non può ridursi al nulla. Quindi esiste solo il contrario del nulla. Rimane un problema da risolvere però. Con la relatività ristretta abbiamo capito che lo spazio non è il nulla, anche se ci rimane sconosciuta la natura del 97% di ció che compone questa condizione che ha a che vedere col tempo e da cui dipende la meccanica dei fenomeni dell’universo. Tanto basta però per escludere che lo spazio sia il c.d. vuoto. Non è difficile accettare l’equivalenza tra nulla e vuoto. Rimane dunque da capire o risolvere il fenomeno dell’espansione dell’universo, inteso che per universo debba intendersi il qualcosa che comprende in esso lo spazio che non può, a ragione, essere considerato nulla e che come oggetto ontico va pure a lui riconosciuta la proprietà di espandersi. La mia conclusione è quindi la seguente. Se non si può ragionare entro il nulla, si deve farlo del qualcosa, che preso atto dei risultati a cui è pervenuta la relatività ristretta, si compone di massa, energia e apparente vuoto, e che è giusto chiamare universo, il quale si espande o si restringe a prescindere dal nulla, che può essere a questo punto definito, in mera chiave metafisica, come possibilità infinita e non corrispettivo o alternativo del qualcosa.

da

(1) Amici di Emanuele Severino | Facebook

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.