Anna Politkovskaja, traduzione di Claudia Zanchetti, La Russia di Putin, Adelphi, 2022 (prima pubblicazione: 2004), indice del libro

Mappe nel Sistema dei Servizi alla Persona e alla Comunità

«Siamo solo un mezzo, per lui. Un mezzo per raggiungere il potere personale. Per questo dispone di noi come vuole.

Può giocare con noi, se ne ha voglia.

Può distruggerci, se lo desidera.

Noi non siamo niente.

Lui, finito dov’è per puro caso, è il dio e il re che dobbiamo temere e venerare. La Russia ha già avuto governanti di questa risma.

Ed è finita in tragedia. In un bagno di sangue. In guerre civili. Io non voglio che accada di nuovo.

Per questo ce l’ho con un tipico čekista sovietico che ascende al trono di Russia incedendo tronfio sul tappeto rosso del Cremlino».

Anna Politkovskaja

scheda dell’editore: https://www.adelphi.it/libro/9788845936920

Da qualche tempo l’Occidente cerca di tranquillizzarsi sulla Russia presentando Vladimir Putin come un bravo ragazzo volenteroso. Ma ora questo libro di Anna Politkovskaja, giornalista moscovita nota per i suoi coraggiosi reportage sulle violazioni dei diritti umani in Russia, ci…

View original post 207 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.