Vent’anni fa la profezia sulla Russia del filosofo Emanuele Severino

Vent'anni fa la profezia sulla Russia del filosofo Emanuele SeverinoNella prefazione a un suo libro, l'intellettuale aveva scritto che la contrapposizione tra gli Usa e Mosca non si era mai spenta, perché "non è mai venuta meno la capacità dell'arsenale nucleare russo di competere con quello americano"da Vent'anni fa la profezia sulla Russia del filosofo Emanuele … Leggi tutto Vent’anni fa la profezia sulla Russia del filosofo Emanuele Severino

Anna Politkovskaja, traduzione di Claudia Zanchetti, La Russia di Putin, Adelphi, 2022 (prima pubblicazione: 2004), indice del libro

Mappe nel Sistema dei Servizi alla Persona e alla Comunità

«Siamo solo un mezzo, per lui. Un mezzo per raggiungere il potere personale. Per questo dispone di noi come vuole.

Può giocare con noi, se ne ha voglia.

Può distruggerci, se lo desidera.

Noi non siamo niente.

Lui, finito dov’è per puro caso, è il dio e il re che dobbiamo temere e venerare. La Russia ha già avuto governanti di questa risma.

Ed è finita in tragedia. In un bagno di sangue. In guerre civili. Io non voglio che accada di nuovo.

Per questo ce l’ho con un tipico čekista sovietico che ascende al trono di Russia incedendo tronfio sul tappeto rosso del Cremlino».

Anna Politkovskaja

scheda dell’editore: https://www.adelphi.it/libro/9788845936920

Da qualche tempo l’Occidente cerca di tranquillizzarsi sulla Russia presentando Vladimir Putin come un bravo ragazzo volenteroso. Ma ora questo libro di Anna Politkovskaja, giornalista moscovita nota per i suoi coraggiosi reportage sulle violazioni dei diritti umani in Russia, ci…

View original post 207 altre parole

I poeti e la guerra: un percorso da Omero a Quasimodo

Sin dall'alba dei tempi la poesia si è dovuta spesso relazionare con la guerra, con posizioni diverse a seconda dell'autore e del secolo di appartenenza. Ecco lo sviluppo del rapporto tra guerra e poesia nei secoli.VAI A:I poeti e la guerra: un percorso da Omero a Quasimodo

Quella profezia del filosofo Emanuele Severino su Russia e nucleare – in ilGiornale.it e agi.it

Il filosofo Emanuele Severino aveva anticipato come il problema del nucleare si sarebbe potuto presentare. E aveva anche profetizzato il riesplodere dei dissidi tra Stati Uniti e Russiavai a:Quella profezia del filosofo su Russia e nucleare - ilGiornale.it vedi anche https://www.agi.it/cultura/news/2022-03-17/profezia-filosofo-severino-su-russia-16017758/

“Il dormiente della valle”, una poesia di Rimbaud per riflettere sulla guerra

da“Il dormiente della valle”, una poesia di Rimbaud per riflettere sulla guerra E' un anfratto verde dove canta un fiume Appendendo follemente all'erba i suoi stracci D'argento; dove il sole, dalla fiera montagna Risplende: è una piccola valle spumeggiante di raggi. Un giovane soldato, la bocca aperta, il capo nudo, E la nuca immersa nel … Leggi tutto “Il dormiente della valle”, una poesia di Rimbaud per riflettere sulla guerra

Emanuele Severino e il rischio del conflitto totale: video del 2016 riproposto dal Giornale di Brescia il 4.3.2022

Nel 2016, intervenendo all'inaugurazione dell'Anno giudiziario del Tar, propose una riflessione su «Violenza, giustizia, tecnica», in cui anticipava il rischio di una Terza guerra mondiale e la prospettiva del declino dell'Occidente.VAI A:Severino e il rischio del conflitto totale: il video - Giornale di Brescia «Credo di essere l’unico a sostenere, sin dal 1989, che, sia pure continuando … Leggi tutto Emanuele Severino e il rischio del conflitto totale: video del 2016 riproposto dal Giornale di Brescia il 4.3.2022

Max Weber (1864 -1920): ETICA DEI PRINCIPI ed ETICA DELLA RESPONSABILITA’, 1919. Scheda di Paolo Ferrario, redatta nel 2009 per un corso di formazione – dal blog Antologia del TEMPO che resta

vai a:Max Weber (1864 -1920): ETICA DEI PRINCIPI ed ETICA DELLA RESPONSABILITA’, 1919. Scheda di Paolo Ferrario, redatta nel 2009 per un corso di formazione – Antologia del TEMPO che resta

Vasco Ursini segnala: Giorgio Parisi, comizio di sinistra a Montecitorio: dopo il premio Nobel, “rifondare l’Ulivo” – in Libero Quotidiano

Giorgio Parisi, comizio di sinistra a Montecitorio: dopo il premio Nobel, "rifondare l'Ulivo" Esplora: giorgio parisi ulivo premio nobel montecitorio Condividi: Sullo stesso argomentovai aGiorgio Parisi, comizio di sinistra a Montecitorio: dopo il premio Nobel, "rifondare l'Ulivo" – Libero Quotidiano

Perché non posso non dirmi comunista. Una grande utopia che non può morire, Autore: Mario Alighiero Manacorda – Editori Riuniti

Perché non posso non dirmi comunista. Una grande utopia che non può morire Autore: Mario Alighiero ManacordaPerché non posso non dirmi comunista. Una grande utopia che non può mo – Editori Riuniti

Gustave Le Bon: “Le masse non hanno mai avuto sete di verità. Chi può fornire loro illusioni diviene facilmente il loro comandante”

Le folle non hanno mai avuto sete di verità. Dinanzi alle evidenze che a loro dispiacciono, si voltano da un’altra parte, preferendo deificare l’errore, se questo le seduce. Chi sa fornire loro illusioni, può facilmente diventare il loro padrone, chi tenta di disilluderle è sempre la loro vittima. da https://www.facebook.com/filosofia.storiadellafilosofia/posts/2251614691554876/