SUMMER SCHOOL ONLINE: INTELLIGENZA ARTIFICIALE CERVELLO E MENTE – 29-30-31 luglio 2020. Locandina e Programma

locandina e il programma della Summer School comprensiva di tutte le informazioni

104151728_1702857459854450_4376822374401650761_o

12
Per iscriversi versare la quota associativa a Associazione Filosofia Futura
iban IT52I0200858240000104235854
con la causale: quota annuale.

Studenti-giovani under 18: 80,00 €
Standard: 130,00 €.
Una volta effettuato il bonifico, inviare la ricevuta a:
paolo.barbieri@lafilosofiafutura.it
Con i propri dati anagrafici (data nascita e indirizzo residenza).

Buona giornata
Staff
tel. cel. 3351405459


vai anche a:

SUMMER SCHOOL ONLINE | INTELLIGENZA ARTIFICIALE, CERVELLO, MENTE

 

 

SUMMER SCHOOL ONLINE INTELLIGENZA ARTIFICIALE CERVELLO E MENTE, 29-30-31 luglio 2020. RELATORI: Roberto BOTTINI (neuroscienze cognitive, CIMeC, Trento); Paolo BUDRONI (Politecnico Vienna); Diego CALVANESE (Libera Università Bolzano); Franco FABBRO (neurologia, psicologia clinica, Università Udine); Eugenio PARATI (neurologia, Fondazione Carlo Besta, Milano). PARTICIPANO: Nicoletta CUSANO (filosofia teoretica, CRIF), Carlo MINIUSSI (neuroscienze cognitive, CIMeC), Luigi Vero TARCA (filosofia teoretica, Ca’ Foscari)

C.R.I.F. (Federazione UPAD Bz), C.I.M.eC (Un.TN), I.R.C.C.S. Carlo Besta Milano

in collaborazione con

Associazione Filosofia Futura e Fondazione Upad

Organizzano

SUMMER SCHOOL ONLINE

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

CERVELLO E MENTE

29-30-31 luglio 2020

All’interno di un progetto di ricerca biennale, promosso dal Centro Ricerca di Filosofia (Bolzano) in sinergia con il Centro Interdisciplinare Mente e Cervello dell’Università di Trento e l’Istituto neurologico Fondazione Carlo Besta di Milano viene organizzata una SUMMER SCHOOL OLINE sulla relazione tra INTELLIGENZA ARTIFICIALE, CERVELLO E MENTE.

Il tema è oggi dibattutissimo e una Summer School sull’argomento potrebbe sembrare poco originale. Il percorso interdisciplinare che si presenta è invece assolutamente nuovo e inevitabile, nel futuro che ci attende, dove gli esperti di AI e Big Data non potranno fare a meno di interagire con neuroscienziati e filosofi sui significati di “macchina”, “uomo”, relazione cervello-pensiero, “Meta Data”.

Il fine della Summer School è introdurre alle principali tematiche legate al tema dell’AI e della coscienza, offrendo il fenomeno nella sua complessità, lungo un percorso logico in cui emergeranno i legami essenziali tra le diverse discipline: l’AI è legata alle neuroscienze dall’avere come proprio modello di riferimento (attualmente) il cervello umano; le neuroscienze, con sempre maggiore consapevolezza, studiando il cervello e la sua relazione con la mente si trovano avvolte in questioni filosofiche; la filosofia, apparentemente lontana dall’ingegneria informatica, si trova chiamata da quest’ultima e dalle sue creazioni ad affrontare questioni decisive: il significato di “uomo”, di “macchina”, di pensiero-coscienza, il problema dell’esistenza dell’ “altro” come “umano”.

La Summer School offre ai partecipanti un materiale video e testuale preparato ad hoc dagli esperti, che verrà consegnato qualche settimana prima degli incontri on line con i relatori, per consentire una interazione con questi ultimi basata su uno studio ponderato.

Nella giornata del 31 luglio verrà proposta la Tavola Rotonda in diretta on line tra esperti e relatori, dove oggetto saranno proprio le questioni sopra esposte. L’inizio di un percorso complesso, per prepararsi al futuro che è già qui.

RELATORI

Roberto BOTTINI (neuroscienze cognitive, CIMeC, Trento)

Paolo BUDRONI (Politecnico Vienna)

Diego CALVANESE (Libera Università Bolzano)

Franco FABBRO (neurologia, psicologia clinica, Università Udine)

Eugenio PARATI (neurologia, Fondazione Carlo Besta, Milano)

PARTICIPANO

Nicoletta CUSANO (filosofia teoretica, CRIF), Carlo MINIUSSI (neuroscienze cognitive, CIMeC), Luigi Vero TARCA (filosofia teoretica, Ca’ Foscari)

La Summer School vale per:

  • aggiornamento Docenti Scuole Superiori (bonus-scuola);
  • CFU studenti universitari;
  • formazione Personale Imprese e Aziende su convenzione

Costo iscrizione (inclusivo del materiale didattico):

  • standard 130 €.
  • studenti Licei e Università: 80 €.

PER INFORMAZIONI su crediti, modalità di iscrizione e partecipazione scrivere a:

redazione@lafilosofiafutura.it

PER TUTTE LE INFORMAZIONI E PER CONCORDARE INTERVISTE TELEFONARE A: Paolo Barbieri: 3351405459

La filosofia non è AbraCadabra, Emanuele Severino, intervistato a Brescia in occasione del congresso internazionale “Heidegger nel pensiero di Severino” tenutosi dal 13 al 15 giugno 2019 e organizzato dall’Associazione di Studi Emanuele Severino (Ases).

Sergio Givone. La domanda fondamentale Per un confronto tra Severino e Heidegger (in occasione del congresso internazionale Heidegger nel pensiero di Severino. Metafisica, Religione, Politica, Economia, Arte, Tecnica, che si è tenuto dal 13 al 15 giugno a Brescia, 2019)- in Filosofia – Rai Cultura

da

Sergio Givone. La domanda fondamentale – Filosofia – Rai Cultura

All’alba dell’eternità – Il “principio di non contraddizione” – video 2 h e 32 m

All’alba dell’eternità – Il “principio di non contraddizione”

vai a

(204) All’alba dell’eternità – Il “principio di non contraddizione” – YouTube

Uno studente, nel corso di un dibattito, ha rivolto a Emanuele Severino la seguente domanda: “Nella sua filosofia, insomma nella verità dell’essere, non c’è nessuno spazio per dio?”. Emanuele Severino gli ha risposto …

:

Anche in “Ritornare a Parmenide” viene usata la parola dio come figura del nichilismo. Però anche questo, che è il tema dei temi, qui non l’abbiamo neanche sfiorato. La costellazione dei cerchi implica necessariamente l’ “apparire infinito”, cioè quell’apparire che non solo è eterno, ma non è nemmeno il luogo in cui qualcosa va sopraggiungendo, giacché è già tutto presente, contenuto in quel cerchio. Allora il discorso che abbiamo fatto non consiste nel dire: non c’è altro che la costellazione dei cerchi. Non consiste nel dire: c’è soltanto l’apparire finito. Non c’è soltanto l’apparire finito, secondo quanto si è voluto ricordare, che è finito in quanto accoglie il sopraggiungere della terra, ma – e questo non l’abbiamo neanche sfiorato – “l’apparire finito, la costellazione dell’apparire finito,implica necessariamente l’apparire infinito”.
Se la coscienza religiosa – e a volte accade – capisce questo, allora può instaurarsi un dialogo con la coscienza religiosa, perché l’apparire infinito non siamo noi, ma insieme (peccato che ormai è finito) siamo noi. In che senso? Noi siamo attualmente il luogo della contraddizione; la figura del contrasto tra destino e terra isolata è la “figura emergente” della contraddizione.
La figura del linguaggio che vuol designate il destino è una contraddizione. Se io chiedessi: poiché noi siamo il luogo della contraddizione, non indeterminata,, bensì quella in cui il protagonista della contraddizione sono niente di meno che il mortale (il protagonista negativo) e il destino (il protagonista positivo), allora il luogo in cui è tolta ogni contraddizione non è forse ciò che noi veramente siamo? Allora l’apparire infinito “non” è la costellazione dei cerchi finiti, “però lo” è – cioè l’infinito è il finito -, perché la contraddizione del finito è tolta nel luogo in cui il finito è ciò che esso veramente è. Quindi, in questo senso, dio è ciò che noi veramente siamo, se vogliamo chiamare dio l’apparire infinito.

(Emanuele Severino, Lezioni milanesi, Il nichilismo e la terra (2015-2016), a cura di Nicoletta Cusano, Mimesis, Milano-Udine, 2018, pp.191-193).

via (2) Amici di Emanuele Severino

Un confronto mancato, di VASCO URSINI

Vasco Ursini

Amministratore · 16 agosto alle ore 22:18

Un confronto mancato.

Al congresso internazionale “Heidegger nel pensiero di Severino”, svoltosi a Brescia lo scorso mese di giugno 2019, molto si è discusso sul fatto che Heidegger leggeva le opere del primo Severino, “Heidegger e la metafisica” e “Ritornare a Parmenide”. Al congresso il confronto tra Heidegger e Severino si è limitato a affrontare le questioni poste dal primo lontanissimo scritto (che è la tesi di laurea del filosofo bresciano), senza toccare, se non assai parzialmente, le opere successive di quei due giganti del pensiero, che nella loro totalità configurano con assoluta chiarezza le loro rispettive posizioni filosofiche.
È un lavoro dunque da farsi ancora più accuratamente di quanto sia già stato fatto. Noi siamo determinati a fornire il nostro contributo alla realizzazione di questo prezioso confronto delle due posizioni filosofiche, senza escludere che alla fine si possa pervenire a mostrare quale delle due risponda meglio al bisogno di verità.

link youtube a tutti i Video del congresso internazionale “HEIDEGGER NEL PENSIERO DI SEVERINO” che si è svolto a Brescia 13-15 giugno 2019. A cura della Associazione di Studi Emanuele Severino (Ases). Segnalazione di Paolo Barbieri del 26 agosto 2019

L’Associazione di Studi Emanuele Severino (Ases*) ha il piacere di inviare a tutti i soci i filmati del congresso internazionale “Heidegger nel pensiero di Severino” che si è svolto a Brescia nel giugno scorso.Tutti i filmati sono stati realizzati da Alfonso Carotenuto dell’Università degli Studi di Padovaper iniziativa della vicepresidente professoressa Ines Testoni.Un caro saluto a tuttiPaolo BarbieriP.S.: Ricordo che anche sul sito RaiCultura è possibile scaricare alcuni filmati realizzatidallo staff della Rai.

Di seguito i link:

01 – Heidegger nel pensiero di Severino – saluti istituzionali
https://youtu.be/3_uOZnI66J8

02 – Il filo rosso tra Heidegger e Severino – Friedrich-Wilhem Von Herrmann
https://youtu.be/tKiISqapsxE

03 – Il filo rosso tra Heidegger e Severino – Francesco Alfieri
https://youtu.be/A8FpIiWuSwo

04 – Il filo rosso tra Heidegger e Severino – Giampaolo Azzoni
https://youtu.be/qXPhFYV9cxg

05 – Heidegger nel pensiero di Severino – intervento di Emanuele Severino
https://youtu.be/3_qdaGrSRCg

06 – Nichilismo e destino – Ines Testoni
https://youtu.be/ATHxnQ-Zxvw

07 – Nichilismo e destino – Giulio Goggi
https://youtu.be/cijU_9UZpDA

08 – La domanda metafisica – Leonardo Messinese
https://youtu.be/t_0s9a1m2Q4

09 – La domanda metafisica – Sergio Givone
https://youtu.be/kpJ47YcMXa0

10 – La domanda metafisica – Francesco Totaro
https://youtu.be/iWRIxofgVzM

11 – La differenza Ontologica – Gaetano Chiurazzi
https://youtu.be/eWTXNj6Ay9U

12 – La differenza Ontologica – Nicoletta Cusano
https://youtu.be/vOiqWVhGwek

13 – La differenza Ontologica – Davide Spanio
https://youtu.be/fWQvTaWjYoQ

14 – La differenza Ontologica – Discussione
https://youtu.be/6dqEK-ksl4I

15 – Pensiero ed essere – Massimo Marassi
https://youtu.be/Zh54xdBfSXQ

16 – – Pensiero ed essere – Michele Lenoci
https://youtu.be/LXU2udLFTGI

17 – Pensiero ed essere – Vittorio Possenti
https://youtu.be/SFVdfNLXdP0

18 – Pensiero ed essere – Discussione
https://youtu.be/F_QScF0KQHY

19 – Fenomenologia ed ermeneutica – Alessandro Carrera
https://youtu.be/f2h6MlVzX5o

20 – Fenomenologia ed ermeneutica – Pedro Manuel Bortoluzzi
https://youtu.be/eFWvjS4zSAE

21 – Fenomenologia ed ermeneutica – Gian Luigi Paltrinieri
https://youtu.be/6V-p7nHJzGU

22 – Eternità e tempo – Eugenio Mazzarella
https://youtu.be/w3G7gjUqpX0

23 – Eternità e tempo – Luigi Vero Tarca
https://youtu.be/aHq97tIMjsM

24 – Eternità e tempo – Francesc Morató
https://youtu.be/RLUYrTu5GJQ

25 – Eternità e tempo – Federico Perelda – Filippo Casati
https://youtu.be/66YJhvmngx4

26 – Metafisica, Nichilismo, Tecnica – Carlo Sini
https://youtu.be/uOwwa1ULJxc

27 – Metafisica, Nichilismo, Tecnica – Massimo Donà
https://youtu.be/1OE8hrC46lc

28 – Metafisica, Nichilismo, Tecnica – Andrea Tagliapietra
https://youtu.be/9oWcG46kiO4

29 – Metafisica, Nichilismo, Tecnica – Discussione
https://youtu.be/3skDaixbFhM

IL RAPPORTO TRA PENSIERO E LINGUAGGIO NELLA FILOSOFIA DI EMANUELE SEVERINO, XVIII ritiro filosofico, 21, 22 settembre 2019, a Nocera Umbra (PG). Informazione in http://www.ritirifilosofici.it

Il XVII ritiro filosofico di quest’anno intende approfondire la questione del fondamento a partire dal rapporto tra pensiero e linguaggio nella filosofia di Emanuele Severino.

Per fare ciò ci rivolgeremo in modo sistematico al suo libro fondamentale, la Struttura originaria ….

Per tutte le informazioni vai a:

Francesco Alfieri: Martin Heidegger interprete di Emanuele Severino – in Filosofia – Rai Cultura

Francesco Alfieri. Martin Heidegger interprete di Emanuele Severino

vai a

Francesco Alfieri. Martin Heidegger interprete di Emanuele Severino – Filosofia – Rai Cultura

Speciale realizzato da Rai Cultura sul congresso internazionale organizzato dall’ Associazione di Studi Emanuele Severino (Ases): Heidegger nel pensiero di Severino. Metafisica, Religione, Politica, Economia, Arte, Tecnica, che si è tenuto dal 13 al 15 giugno 2019 a Brescia. Video di 32 minuti

Speciale realizzato da Rai Cultura sul congresso internazionale organizzato dall’ Associazione di Studi Emanuele Severino (Ases):
Heidegger nel pensiero di Severino. Metafisica, Religione, Politica, Economia, Arte, Tecnica, che si è tenuto dal 13 al 15 giugno a Brescia

vai a

Heidegger nel pensiero di Severino – Filosofia – Rai Cultura