Vasco Ursini: La illuminante risposta di Emanuele Severino ad alcune fondamentali questioni che gli ho posto in una mia lettera, a lui indirizzata, del 16.6.2003

Nel lontano giugno del 2003 scrissi una lunga lettera a Emanuele Severino, che pubblicherò interamente in un prossimo post. Qui mi limito a trascriverne soltanto alcuni passi molto legati alla sua illuminante risposta, che trascriverò per intero.

In quella lettera – che è il mio primo contatto diretto con lui – gli ponevo, tra l’altro, le seguenti questioni:

“Caro professore, stando alla sua filosofia, l’individuo è un errore e, come tale, non può conoscere la verità. D’altra parte la verità non può illuminare l’individuo perché l’individuo è un errore e la verità non illumina l’errore. Se dunque per lei la verità non ha il compito di illuminare l’individuo – compito viceversa attribuitole da tutta la tradizione filosofica occidentale – nemmeno il suo sistema filosofico, assunto da lei come un tentativo di dare testimonianza della verità, può illuminare l’individuo che lo studia.

Ma se l’individuo che lo studia invece avverte, o crede di avvertire, che quel sistema filosofico è la verità, che le cose stanno effettivamente come in esso si dice che stanno, che senso ha l'”avvertire” di questo individuo se poi gli è preclusa ogni possibilità di rimanerne “illuminato“‘

E ancora: se nessun individuo può “illuminare” un altro individuo, e tutti gli altri individui, a che serve che un filosofo scriva libri se con essi non è possibile illuminare l’individuo che li legge”? Perché dunque li scrive? E visto che comunque li scrive, a quale fine mira? Se li pubblica è perché spera che siano letti e compresi dai lettori e si augura che essi aderiscano alle sue tesi e le riconoscano come vere. Il lettore dei suoi libri che da anni si logora su di essi, che cosa ne ricava se gli è preclusa la possibilità che ne rimanga illuminato e in qualche modo modificato? Spero tanto in una sua risposta a queste mio domande.

La lettera di risposta di Severino è datata 18. 6. 2003. Ecco il testo:

“Egregio e caro prof. Ursini, La ringrazio molto della sua gentilezza e della sua lettera. Grazie di cuore. E congratulazioni: lei fa dell’autentica filosofia. Mi è poi particolarmente gradita la competenza che lei mostra a proposito dei miei scritti. La sua lettera contiene la risposta a buona arte delle sue domande. E penso che nei miei scritti Lei possa trovare le risposte alle altre.

Comunque: la verità, certo, non illumina l'”individuo” – non illumina il “mendicante” – perché l'”individuo” è il contenuto del sogno dell’errare, ed è impossibile che la verità illumini l’errore. Ma “noi” siamo quel “re” che Lei richiama: e pertanto non è in quanto siamo “individui”, bensì in quanto siamo “re” (cioè eterno apparire della verità del destino) che ci capiamo e siamo l’apparire dello “stesso” e possiamo “essere d’accordo”. (D’altra parte, sino a che la solitudine della terra non tramonta concretamente, rimangono, nonostante la testimonianza del destino, le angosce e le asperità di cui Lei parla).

Anche scrivere libri, anche il linguaggio che testimonia la verità del destino è volontà di potenza e momento della solitudine della terra (Cfr. Oltre il linguaggio e La Gloria). Se in un altro cerchio dell’apparire del destino (ossia se in ciò che propriamente è il “prossimo”) quel linguaggio è accompagnato dal “consenso” che in tale cerchio compare rispetto a ciò che tale linguaggio dice, non è perché tale linguaggio produca, in quel cerchio, l’apparire della verità: appunto perché ogni cerchio è, eternamente, tale apparire. Quel linguaggio può essere però una condizione perché anche in quel cerchio la solitudine della terra si ritragga di quel tanto che consente al linguaggio di indicare il (già da sempre manifesto) destino della verità. Con rinnovati ringraziamenti e con i saluti più cordiali, Emanuele Severino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...