Vasco Ursini, La morte e la terra

La vita è essenzialmente l’attesa della morte. Giudicare, come spesso si fa, semplicemente “pessimistico” questo pensiero è cosa del tutto estranea alla “verità” che esso proclama.
Si tratta poi di verificare se la morte è “un andare nel nulla”, o se invece essa non annulla l’eternità dell’essente in quanto essente.
E’ questo il “dilemma” che sulla scia della risoluzione che Emanuele Severino ne ha dato, si sta cercando di affrontare e risolvere anche su queste pagine.

via (25) Amici di Emanuele Severino

2 pensieri riguardo “Vasco Ursini, La morte e la terra

  1. Ricordo che Severino ha avuto modo di giudicare lungimirante la persona depressa, e ha affermato ciò in relazione all’alienzione del nichilismo. La verità del destino ne è certo la negazione. Ma ha anche detto che all’interno della contesa fra destino e nichilismo la coscienza non è liberata dai suoi problemi, non cessa per questo di soffrire, così come non cessa la violenza. Tuttavia l’errore che sta di fronte alla verità del destino, non può essere l’errore che ignora tale verità (la ignora come testimoniata dal linguaggio). Sono dunque molto coinvolto dalle parole sopra scritte: ‘ E’ questo il “dilemma” che sulla scia della risoluzione che Emanuele Severino ne ha dato, si sta cercando di affrontare e risolvere anche su queste pagine.’

    Mi piace

    1. Faccio volentieri i miei complimenti a PierLuigi Furlanetto per questo suo commento incentrato sulla coscienza che ha a che fare con il contrasto ininterrotto che al suo interno si consuma tra l’io empirico e l’Io del destino. Un caro saluto a PierLuigi.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...