Per Leopardi la “cosa che non è cosa” vuol dire: che le cose esistenti sono nulla, perché vengono dal nulla e sono destinate a tornare nel nulla. Dunque …. vai al testo di Vasco Ursini

Vasco Ursini
27 giugno 2018
Per Leopardi la “cosa che non è cosa” vuol dire: che le cose esistenti sono nulla, perché vengono dal nulla e sono destinate a tornare nel nulla. Dunque anche le cose esistenti sono nulla, proprio perché sono destinate a tornare nel nulla da cui provengono. Ecco dunque spiegata la frase “cosa che non è cosa”: una cosa non è nulla, ma è appunto ciò che è, esiste; ma poiché è destinata a tornare nel nulla da cui proviene, fondamentalmente essa è nulla.Per Leopardi,una cosa è dunque una non cosa. Spero di essere riuscito, caro Silvestro, a spiegarle quella frase che sembra non avere senso e invece ce l’ha, per Leopardi, beninteso e purtroppo per l’intera civiltà del Pianeta. Contro questa fede “sta” “il destino della verità” indicato dal grande Emanuele Severino.

da

Amici di Emanuele Severino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.