Per Leopardi la “cosa che non è cosa” vuol dire: che le cose esistenti sono nulla, perché vengono dal nulla e sono destinate a tornare nel nulla. Dunque …. vai al testo di Vasco Ursini

Vasco Ursini
27 giugno 2018
Per Leopardi la “cosa che non è cosa” vuol dire: che le cose esistenti sono nulla, perché vengono dal nulla e sono destinate a tornare nel nulla. Dunque anche le cose esistenti sono nulla, proprio perché sono destinate a tornare nel nulla da cui provengono. Ecco dunque spiegata la frase “cosa che non è cosa”: una cosa non è nulla, ma è appunto ciò che è, esiste; ma poiché è destinata a tornare nel nulla da cui proviene, fondamentalmente essa è nulla.Per Leopardi,una cosa è dunque una non cosa. Spero di essere riuscito, caro Silvestro, a spiegarle quella frase che sembra non avere senso e invece ce l’ha, per Leopardi, beninteso e purtroppo per l’intera civiltà del Pianeta. Contro questa fede “sta” “il destino della verità” indicato dal grande Emanuele Severino.

da

Amici di Emanuele Severino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.