Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij è un precipizio verso gli angoli più bui dell’essere …

Memorie dal sottosuolo di Dostoevskij è un precipizio verso gli angoli più bui dell’essere. Verso il sottosuolo appunto. Un luogo dove non esistono regole e principi certi, dove la depravazione, la rabbia e il desiderio di sopraffazione prevalgono sull’ideale di giustizia, sul bene assoluto e sull’apparenza delle cose.
Il protagonista della storia è un essere misero che racconta se stesso, è l’antieroe, la persona da odiare, ma attenzione, è anche lo specchio che rappresenta tutti almeno in parte.
Molto interessante è l’analisi esistenziale: l’essere umano appare sanguinario e spietato, ma anche fragile e vittima di se stesso; la libertà di scegliere (anche il male), che identifica la natura umana a differenza della ragione, vince su ogni cosa, anche sulla felicità.
 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.