Scriptor in fabula. Come si scrive un romanzo, secondo Umberto Eco – in Linkiesta.it

Scriptor in fabula. Come si scrive un romanzo, secondo Umberto Eco

Umberto Eco Nella sua biografia intellettuale pubblicata, insieme ad altri saggi, da La Nave di Teseo, il celebre intellettuale traccia un percorso della sua esperienza e delle sue scoperte, compreso il metodo seguito per costruire i suoi libri

vai a:

Come si scrive un romanzo, secondo Umberto Eco – Linkiesta.it

Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus – in Wikipedia

La locuzione latina Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus (“la rosa primigenia esiste solo nel nome, possediamo soltanto nudi nomi”) è una variazione dal verso I, 952 del poema in esametri De contemptu mundi di Bernardo di Cluny, da non confondere con l’omonima opera in prosa del cardinal Lotario di Segni, futuro papa Innocenzo III. Essa deve la sua fortuna a Umberto Eco che ne ha fatto l’ultima frase del suo romanzo Il nome della rosa …

vai a:

Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus – Wikipedia

Mi inoltrerò presto in questo deserto amplissimo …, Umberto Eco, “Il nome della rosa” (1980)

Gazzetta filosofica

 “Mi inoltrerò presto in questo deserto amplissimo, perfettamente piano e incommensurabile, in cui il cuore veramente pio soccombe beato. Sprofonderò nella tenebra divina, in un silenzio muto e in una unione ineffabile, e in questo sprofondarsi andrà perduta ogni eguaglianza e ogni disuguaglianza, e in quell’abisso il mio spirito perderà se stesso, e non conoscerà né l’uguale né il disuguale, né altro: e saranno dimenticate tutte le differenze, sarò nel fondamento semplice, nel deserto silenzioso dove mai si vide diversità, nell’intimo dove nessuno si trova nel proprio luogo. Cadrò nella divinità silenziosa e disabitata dove non c’è opera né immagine.Fa freddo nello scriptorium, il pollice mi duole. Lascio questa scrittura, non so per chi, non so più intorno a che cosa: stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.”― Umberto Eco, “Il nome della rosa” (1980)