Incontro con il filosofo EMANUELE SEVERINO: presentazione dell’ASES – Associazione Studi Emanuele Severino, presso il salone Vanvitelliano nel Palazzo della Loggia, sede del Comune di Brescia, Sabato 25 febbraio 2017, ore 10-12,30. AUDIO dell’incontro

L’Associazione di Studi Emanuele Severino, in collaborazione con il Comune di Brescia, ha organizzato il 25 febbraio alle ore 10:00 presso Salone Vanvitelliano di Palazzo della Loggia

Incontro con il filosofo
EMANUELE SEVERINO

Per la presentazione, in occasione del suo compleanno, dell’Associazione a lui dedicata che ha sede a Brescia.

Presentata a Brescia

l’Associazione di Studi Emanuele Severino

Non è più solo un progetto sognato da tanti allievi e studiosi di Emanuele Severino. Adesso l’Associazione di studi Emanuele Severino (ASES) è una realtà. Sabato 25 febbraio, infatti, in occasione dell’ottantottesimo compleanno del filosofo, nel Salone Vanvitelliano di Palazzo della Loggia, sede del Municipio di Brescia, si è tenuto il primo evento pubblico, organizzato dalla neonata Associazione in collaborazione con il Comune di Brescia.

Il sindaco Emilio Del Bono ha assicurato che la collaborazione con ASES proseguirà nel tempo e ha anche annunciato che l’Associazione sarà ospitata in un locale dell’Assessorato alla Cultura (all’evento era presente anche l’Assessore Laura Castelletti) nel prestigioso complesso di Santa Giulia e che avrà poi una sede definitiva in un altrettanto importante palazzo della città.

A Ines Testoni (dicente di psicologia presso l’Università di Padova e vicepresidente di ASES) il compito di illustrare gli obbiettivi che l’organismo si pone: favorire lo studio del pensiero di Severino attraverso l’organizzazione di convegni, pubblicazioni e collaborazioni con università italiane e straniere.

Vincenzo Milanesi, Rettore emerito dell’Università di Padova e presidente dell’Associazione, nel sottolineare l’importanza della nascita di ASES ha ricordato come nel panorama della filosofia del ‘900 il pensiero di Emanuele Severino «rappresenta una punta molto alta, un pensiero forte perché parla della Verità, ed è capace di pensare insieme alla Verità il proprio tempo».

Paolo Barbieri (direttore di QuiLibri e del Comitato Fondatori) ha invece ricordato il legame tra il professore e la sua città, speso evocato nei suoi libri e reso concreto, per esempio, con la pubblicazione di suoi testi fondamentali, dalla Struttura Originaria a Essenza del nichilismo, con le case editrici di Brescia.

Claudio Bragaglio (Nuova Libreria Rinascita e Comitato Fondatori) ha sottolineato la generosità di Severino nei confronti ricordando i numerosi interventi – senza mai venir meno al suo discorso filosofico – su temi di attualità attraverso il confronto con personalità cittadine come, per esempio, Giovanni Bazoli e Mino Martinazzoli.

Il senatore Paolo Corsini già sindaco di Brescia, ha tratteggiato invece il rapporto che il filosofo ebbe con Bruno Boni, sindaco di Brescia dal 1948 al 1975. Cattolico studiò a fondo il pensiero dell’amico-filosofo e quando morì volle nella bara copia di Essenza del Nichilismo.

Il professore Giulio Goggi, autore tra l’altro del libro Emanuele Severino per la casa editrice Lateran University Press, ha ripercorso le tappe del pensiero del filosofo dalla Struttura Originaria, attraverso il saggio Ritornare a Parmenide, Destino della NecessitàGloria, Oltrepassare, La morte e la terra, Dike e Storia, Gioia.

Il Maestro ha chiuso la mattinata con il simpatico taglio della torta ma soprattutto con un breve ma profondo intervento ha ricordato come l’Associazione a lui dedicata ha un carattere strettamente culturale: «La cultura ha a che fare con l’educazione dei popoli, ovvero ciò che i popoli devono sapere per sopravvivere: il senso del mondo in cui vivono». Sul fatto che oggi non vi sia consenso sull’esistenza o meno di un senso, è per Severino il punto di partenza per il capire il mondo in cui viviamo e la crisi economica e politiche non sono spiegabili se «non si tiene contro della tradizione e della critica della stessa». Qual è, dunque il compito della filosofia? Severino lo ha spiegato con una metafora: «Ognuno di noi è come una montagna altissima: la vetta sbuca fuori dalle nuvole che si vedono stando a valle. La vetta è al sole, la valle è coperta dalle nuvole. Noi sogniamo la vetta ma parliamo da gente di montagna che sta sotto le nuvole. La filosofia è il vento che porta via le nubi».

All’evento è intervenuta anche la famiglia di Emanuele Severino: la figlia Anna con il marito Giorgio e il figlio Andrea e Federico, primogenito del Maestro.

Il primo passo è stato fatto. Già vi sono tanti progetti in cantiere che, con l’impegno di tutti, saranno sicuramente realizzati già in questo 2017.

Innanzitutto a breve saranno attivi il sito e una mail. È allo studio la pubblicazioni degli atti di questa giornata e l’attivazione della collaborazione con diverse istituzioni culturali, tra queste il Teatro Parenti di Milano (André Ruth Shammah è membro di ASES) dove anni fa venne rappresentata l’Orestea nella traduzione di Emanuele Severino. Sono inoltre al vaglio una serie di proposte per convegni specifici sul suo pensiero.


AUDIO dell’incontro

  1.  Ines Testoni (Professore associato di Psicologia sociale presso Università di Padova e vicepresidente dell’Associazione di Studi Emanuele Severino)

2. Emilio Del Bono (Sindaco di Brescia)

 

3. Vincenzo Milanesi (Rettore emerito, direttore del Fisppa dell’Università di Padova e Presidente dell’Associazione di Studi Emanuele Severino)

4. Paolo Barbieri (Direttore rivista QuiLibri)

5. Claudio Bragaglio (Nuova Libreria Rinascita)

6. Paolo Corsini (Storico, già sindaco di Brescia)

7. Giulio Goggi (Professore di filosofia. Collabora con l’Università Vita-Salute San Raffaele con seminari legati al corso di Ontologia fondamentale)

8. Anna Ludovica Severino,  vice presidente della associazione

9. Valent

10 Sciuto

11 Emanuele Severino

punti chiave dell’intervento:

  • cosa vuol dire “fare educazione” oggi?
  • esibire il contrasto fra TRADIZIONE e TECNICA (tempo presente: un grande presente!)
  • alla ricerca dell’unificante per eccellenza: il “divino”
  • rifletetre sugli “angeli di dio” (angelos è il messaggero)
  • temi: STATO, POLIS, DEMOCRAZIA, BELLO DELLE COSE, DIRITTO NATURALE

L’Associazione di Studi Emanuele Severino è nata su iniziativa di un gruppo di studiosi e allievi del Filosofo e ha come obiettivo quello di far conoscere attraverso convegni, pubblicazioni e borse di studio il suo pensiero .

Il Comune di Brescia sostiene l’iniziativa contribuendo all’organizzazione dell’evento del 25 febbraio anche assicurando una sede all’Associazione e garantendo una collaborazione per le future attività.
All’Associazione hanno aderito oltre 140 personalità della filosofia e della cultura italiana: da Umberto Curi a Sergio Givone, da Umberto Galimberti a Massimo Donà, Vincenzo Vitiello, Biagio Di Giovanni, Gennaro Sasso. E poi Luigi Zoja, Silvano Agosti, André Ruth Shammah, Natalino Irti.
Nei mesi scorsi la casa editrice di New York, Verso Book, ha pubblicato, a cura di Alessandro Carrera e Ines Testoni, la versione inglese di ‘Essenza del nichilismo’. A testimonianza dell’interesse crescente per il pensiero di Emanuele Severino anche negli Stati Uniti e nel mondo anglosassone, già numerose Università hanno dato la loro adesione all’Associazione: dalla St. John’s University di New York, all’University of Huston, e poi il King’s College di Londra, l’University of Western Ontario, l’University of Melbourne e l’University of New Mexico.


pubblicato dopo gentile segnalazione di Ines Testoni e Paolo Barbieri

2017-02-24_130505

9 pensieri riguardo “Incontro con il filosofo EMANUELE SEVERINO: presentazione dell’ASES – Associazione Studi Emanuele Severino, presso il salone Vanvitelliano nel Palazzo della Loggia, sede del Comune di Brescia, Sabato 25 febbraio 2017, ore 10-12,30. AUDIO dell’incontro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...