Ogni giudizio non contraddittorio è un giudizio identico, da Emanuele Severino, “La struttura originaria” (1958), Adelphi, Milano 1981, pp. 271-273

L'immagine può contenere: sMS

Emanuele Severino

“Solo in quanto soggetto e predicato siano presupposti al giudizio essi hanno una determinatezza differente, e pertanto il giudizio è una contraddizione: perché se quella presupposizione non sussiste, il predicato non viene affermando ciò di cui, in quanto presupposto alla predicazione, non conviene tale predicato, ma di ciò cui, appunto, tale predicazione conviene; o il predicato non conviene al soggetto in quanto questo è presupposto alla relazione con predicato, ma in quanto il soggetto è appunto o è già immesso nella relazione, ossia in quanto il soggetto è già esso sintesi del soggetto e del predicato. […] Il significato concreto della proposizione: « a è b » è pertanto: (a = b) = (b = a).”

E. Severino, “La struttura originaria” (1958), Adelphi, Milano 1981, pp. 271-273

Il passo completo: http://bit.ly/1bqd4Iv

[Opera di Matteo Cecchinato]

Sorgente: Amici a cui piace Emanuele Severino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...