“Destino della necessità”: Severino espone una autentica concezione del tempo inteso come l’apparire e lo scomparire degli eterni, note biografiche di Vasco Ursini pubblicate nel gruppo Amici a cui piace Emanuele Severino

RIPRESA E CONCLUSIONE DELLA NOTA SULLA VITA, LE OPERE E IL PENSIERO DI EMANUELE SEVERINO

Nel 1971 Severino trasmigra all’Università Ca Foscari di Venezia e nel 1972 pubblica “Essenza del nichilismo” (Op. cit.) che è una provvidenziale raccolta di molti scritti pubblicati precedentemente e tutti di assoluto valore. Nella “Avvertenza alla seconda edizione” (Autunno 1981) Severino scrive: “Più si parla di nichilismo, più diventa indispensabile pensare l’essenza del nichilismo. Essa continua a rimanere al di là di tutto ciò che la nostra cultura crede di sapere intorno al nichilismo e alla sua essenza.
La seconda edizione di questo libro, che esce quasi contemporaneamente all’edizione tedesca (Klett-Cotta, Stuttgart), contiene il testo della prima edizione (salvo alcuni ritocchi di carattere formale e due brevi note fuori testo), e una “Parte aggiunta”, costituita da un saggio dedicato al senso della distinzione tra il “fenomeno” e l’ “insé” del Nichilismo e da una “Nota” dove viene considerata la relazione tra alcuni temi di “Essenza del nichilismo” e le altre opere dell’autore: soprattutto “La struttura originaria” (1958; seconda edizione, Adelphi, 1981), “Studi di filosofia della prassi” (1962) e “Destino della ncecessità” (Adelphi, 1980)”.
In “Essenza del nichilismo” la dimensione del nichilismo è affermata per tutti gli aspetti di fondo del mondo occidentale. In particolare si pone in luce che l’Occidente si appoggia su una convinzione alienata del senso dell’essere perché ammette l’evidenza del divenire come passaggio contraddittorio ed alienato dell’ente tra l’essere e il non essere. Da tale convinzione scaturisce l’esplosone della volontà di potenza che dispone della libertà dell’ente ad essere e non essere. In tale senso il sapere tecnico-scientifico si pone come l’ultima defintiva e perentoria manifestazione dell’alienazione metafisica, poichè persegue la produzione e distruzione dell’ente facendolo nascere dal niente e respingendolo nel niente.
Nel 1980 Severino pubblica “Destino della necessità” che dopo “La struttura originaria” costituisce un altro asse portante del suo sistematico rigoroso e poderoso pensiero. Qui emerge chiaramente che la sua ontologia è un grandioso tentativo di critica all’intera civiltà occidentale e ormai del Pianeta, che continua ad aver fede nel dominio metafisico e tecnico dell’ente. In tale prospettiva assume un’importanza fondamentale il concetto di “destino” che, nell’essere l’apparire dell’esser sé dell’essente, costituisce la matrice originaria della verità ontologica. Conformemente alle tesi sviluppate ne “La struttura originaria”, il Destino è l’affermazione perentoria della connessione tra l’dentità dell’ente e la sua eternità. Il nichilismo occidentale rappresenta la massima contrarietà alla verità perchè esso, inconsciamente, separando irrimediabilmente l’essere dal niente, lo destina al nulla, all’alterità impossibile del divenire garantendosene il dominio.
Inoltre in quest’opera Severino analizza anche la presenza del nichilismo nelle forme arcaiche del linguaggio occidentale e nel modo di concepire filosoficamente la prassi. La prassi per Severino è l’emblema della capacità organizzata ed articolata di isolare l’ente dall’essere manovrandolo come un nulla.
Infine in “Destino della necessità” Severino espone una autentica concezione del tempo inteso come l’apparire e lo scomparire degli eterni.
Molte altre opere Severino pubblicherà di qui in avanti. Noi ne citiamo quattro: 1) La Gloria (Adelphi, 2001); 2) Oltrepassare (Adelphi, 2007; 3) La morte e la terra (Adelphi, 2011); 4) Dike (Adelphi, 2015).
E ci fermiamo qui.

Sorgente: (83) Amici a cui piace Emanuele Severino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...